Allenatore Bologna: chi alla guida dei rossoblù in Champions?

0

Inizia un grande periodo di cambi sulle panchine in Italia. In vista della prossima stagione, molte squadre, di alta classifica principalmente, hanno deciso per una nuova rotta da seguire. Milan, Napoli e Juve lo faranno ora che il campionato è finito, con Lazio e Roma che invece hanno già deciso per un cambio di guida tecnica nella stagione precedente. Un’altra squadra che dovrà, forzatamente, pensare a un nuovo allenatore è il Bologna. Thiago Motta è promesso alla Juventus e manca solo l’ufficialità che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. Chi si siederà allora sulla panchina del Bologna per guidare la squadra attraverso una stagione storica dato il ritorno in Champions? Negli ultimi giorni, svariati nomi si sono susseguiti nelle voci di corridoio attorno al Bologna. Al momento, però, nessuno sembra prevalere sugli altri

Allenatore Bologna: chi alla guida dei rossoblù in Champions?
Il prossimo allenatore del Bologna dovrà raccogliere la pesantissima eredità di Thiago Motta. In un anno e mezzo appena è diventato l’idolo di una città, riportando i felsinei in Champions League dopo 60 anni di assenza.

Allenatore Bologna: Sarri, Italiano o… De Zerbi?

I tre nomi più caldi per la panchina rossoblù sono quelli di Maurizio Sarri, Vincenzo Italiano e Roberto de Zerbi. Tre nomi che in comune hanno solo la fama di far giocare un bel calcio fluido alle proprie squadre. Sarri sembra essere, al momento, il più accreditato dei tre. La dirigenza del Bologna spera di rivedere il bel gioco che lo ha reso grande a Napoli, potendo così continuare il lavoro di Motta. Discorso simile per Italiano, che vede nella finale di Conference la sua ultima partita con la Fiorentina. Arrivato per rilanciare la Viola, l’ha rilanciata in classifica arrivando anche a due finali europee consecutive.

Per De Zerbi invece, il discorso appare più complicato. L’ex-Sassuolo è libero e sarebbe un’ottima scelta per costruire e dare continuità a un progetto come quello felsineo. Le sue squadre giocano un calcio divertente e sfrontato. Il problema però è com’è visto in Patria. Molto divisivo nel suo modo di intendere il calcio. Sia dentro che fuori dal campo. Chissà da che parte si schiererà la dirigenza del Bologna al momento della scelta.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui