Allenatore Cagliari: spunta il nome di Paulo Sousa per la panchina

0

Dopo la salvezza raggiunta grazie agli sforzi di Claudio Ranieri (l’allenatore ex Leicester e Roma tra le altre ha annunciato il ritiro dopo questa stagione) è tempo, per il Cagliari di progettare il nuovo campionato. Un campionato che dipenderà molto dalle scelte che verranno effettuate per la panchina.

Chi sarà il nuovo allenatore del Cagliari? E quali saranno le ambizioni del club di Giulini? Nonostante il Cagliari sia stata una neopromossa, in molti ritenevano il Cagliari una squadra che potesse ambire a qualcosa di più di una salvezza raggiunta alle ultime giornate. I tifosi del club sardo potranno auspicarsi una stagione 2024-2025 diversa? I nomi per la panchina suggerirebbero di sì.

Allenatore Cagliari: spunta il nome di Paulo Sousa per la panchina

Paulo Sousa in pole per la panchina del Cagliari: ecco il nuovo allenatore

Sono stati molti i nomi accostati alla panchina del Cagliari. Da Ivan Juric che con ogni probabilità lascerà il Torino, all’ultimo nome, quello del portoghese Paulo Sousa, passando per un ritorno di Di Francesco. Il tecnico ex Fiorentina e Salernitana, Paulo Sousa, sembra essere, dunque, il candidato principale per la guida del Cagliari. Si tratta di un tecnico che conosce bene il campionato e che, considerando la sua filosofia di gioco e la sua caratura internazionale, potrebbe rappresentare una svolta per il club sardo.

Si tratta di una scelta che potrebbe, quindi, far sì che il Cagliari punti ad una stagione più ambiziosa. Molto, chiaramente, dipenderà anche dal mercato e dalla costruzione di una rosa maggiormente competitiva che proverà a guadagnarsi un posto nella parte sinistra della classifica. Le voci su Juric pian piano stanno scemando, così come quelle relative a Marco Baroni, sempre più vicino alla Lazio. Di Francesco rappresenta una suggestione che però, al momento, non supera quella di Paulo Sousa. Il tecnico che nell’ultima stagione ha guidato il Frosinone si era già seduto sulla panchina del Cagliari, un’esperienza, però, non indimenticabile. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui