Argentina, la Copa America di Rodrigo De Paul

0
Argentina, la Copa America di Rodrigo De Paul

Questa Copa America verrà ricordata da tutti, ed è giusto cosi, come il primo trofeo con la maglia dell’Argentina di Lionel Messi. Basti vedere l’esultanza dei giocatori dell’Albiceleste al fischio finale, la corsa di un gruppo (compreso De Paul) verso il proprio leader e capitano per la vittoria della Copa America.

Come è giusto dire che Messi è stato fondamentale in tutto il torneo, è giusto dire che questa Copa America ha anche un altro protagonista: Rodrigo de Paul.
Il centrocampista, ormai ex Udinese, ha dimostrato a tutto il mondo il suo talento e l’ormai acquisito status da Top Player destinato alla Champions League. 

De Paul, il re della Copa America

Rodrigo De Paul ha giocato l’ennesima partita pazzesca; questa volta però non si tratta di un semplice anticipo di Serie A valido per una salvezza tranquilla dell’Udinese, qui si parla di Brasile-Argentina finale di Copa America. Il premio di migliore in campo della serata va proprio a lui; il numero sette dell’Argentina ha giocato una partita completa, come sempre, dando il suo apporto fondamentale sia in fase offensiva che in fase difensiva. 

Il premio come MVP dell’intera competizione è andato, ovviamente, a Lionel Messi per l’incredibile mese di calcio che ha regalato a tutti gli appassionati di questo sport; nessuno si sarebbe scandalizzato, però, se questo prestigioso riconoscimento fosse finito nelle mani del numero dieci bianconero. 

De Paul, l’ennesimo rimpianto ”italiano” 

Dopo le sue ennesime grandi prestazioni, il campionato italiano è sicuro di lasciare andare un grandissimo giocatore. Mentre la Serie A si prepara a perdere l’ennesimo campione, la Liga e l’Atletico Madrid sono pronti ad accogliere a braccia aperte un talento cristallino. 

De Paul rappresenta il prototipo di giocatore perfetto per il Cholo Simeone: un centrocampista con piedi da trequartista, ma con corsa e recupero palla da vero incontrista. Questo salto di qualità e questa sua duttilità è in gran parte merito di mister Luca Gotti; l’allenatore dell’Udinese ha fatto un lavoro pazzesco sulla fase difensiva di questo giocatore. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui