Arianna Caruso, la donna da record in casa Juventus Women

0

Ci sono alcune giocatrici che sono trascinatrici di natura e riescono a incarnare lo spirito di una squadra in ogni singolo istante in campo. Spesso, quindi, queste sono destinate a lasciare un marchio indelebile, una traccia perenne che rimarrà per sempre nella memoria della società. È quanto avviene per Arianna Caruso che, nonostante abbia solo 24 anni, è ormai già da tempo una colonna imprescindibile delle Juventus Women. Centrocampista di grande talento e intelligenza, in queste 6 stagioni e mezzo in maglia bianconera ha mostrato appieno tutte le sue qualità, meritandosi di diritto un posto speciale nella storia del club. Alle sue doti, però, la nativa di Roma ha abbinato anche una straordinaria continuità, che l’ha portata a tagliare un traguardo unico negli annali della Vecchia Signora.

Il record di Arianna Caruso con le Juventus Women

Nella sfida di andata dei quarti di finale di Coppa Italia, che ha visto le Juventus Women contrapposte alla Sampdoria, Caruso è scesa in campo come di consueto. Le bianconere hanno trionfato nettamente, imponendosi per 4-0. L’ex giallorossa non è riuscita ad andare a segno, ma poco importa, perché quella è stata una partita speciale, da ricordare per sempre. È stata, infatti, la numero 200 per lei con la maglia della squadra piemontese. 

Arianna Caruso, la donna da record in casa Juventus Women
L’immagine che la Juventus ha tributato a Caruso tramite i propri profili social per celebrarne il traguardo.

Si tratta di un record assoluto per il club, che la consacra come prima giocatrice a raggiungere questa incredibile cifra. Neppure altre colonne come Girelli, Bonansea, Gama, Boattin o Rosucci, anche loro veterane di lunga data che vestono la casacca della Vecchia Signora praticamente dal giorno zero, sono riuscite in quest’impresa.

Caruso, però, sa lasciare pesantemente il segno quando gioca, come dimostrano le oltre 70 reti segnate in carriera, 53 delle quali messe a referto proprio con le Juventus Women. La numero 50 arrivata a novembre contro il Como. Parliamo insomma di una delle centrocampiste più prolifiche del calcio femminile italiano, che sta ovviamente confermando anche quest’anno la sua efficiente vena realizzativa. Al momento viaggia a quota 16 presenze complessive (conteggiando tutte le competizioni) con 6 gol e 4 assist. Molti di questi contributi sono poi risultati decisivi. Come la rete risolutiva per la vittoria in casa del Milan a ottobre, oppure la doppietta per ribaltare lo svantaggio di Napoli alla nona giornata.

Arianna Caruso, la donna da record in casa Juventus Women

Il segreto dell’importanza di Caruso

Per raggiungere cifre del genere, sia per quanto concerne l’elevato numero di presenze che per quello delle marcature, bisogna essere una giocatrice un po’ speciale. E Arianna Caruso lo è senza ombra di dubbio. La sua ottima tecnica di base la rende una centrocampista duttile e produttiva. Può praticamente ricoprire tutti i ruoli della mediana: dalla regista bassa alla mezz’ala, passando anche per la trequartista. Non c’è fase del gioco che lei non sappia interpretare nel migliore dei modi.

Sa lavorare il pallone con estrema efficacia e qualità, sa inserirsi ed è dotata di grandi doti balistiche, per cui sa colpire sia fuori che dento l’area di rigore. Inoltre, è una specialista dei calci piazzati, temibile su punizione e glaciale dal dischetto. In poche parole, ha un fiuto per gol pazzesco, quasi come un attaccante. È in grado, dunque, di risolvere partite in prima persona oppure mettendosi a disposizione delle compagne e assistendole in fase di finalizzazione.

Per avere una simile longevità di rendimento, però, deve esserci un quid in più. Alle Juventus Women, Arianna Caruso ha dimostrato di avere le stimmate della campionessa. Non soltanto gol e assist fondamentali per l’economia del club bianconero, ma anche e soprattutto un carisma e una leadership superiori, anche se silenziosi. Il suo atteggiamento in campo è da esempio per le altre giocatrici, che nei momenti di difficoltà riconoscono in lei una guida tecnica, una solida roccia a cui aggrapparsi. Ecco perché, anche quando può incappare in una giornata no, Montemurro non si priva mai di lei, confermandola titolare inamovibile e baluardo saldo per tutti i 90 minuti.

Arianna Caruso, la donna da record in casa Juventus Women

Caruso sta riscrivendo momento dopo momento la sua storia e quella delle Juventus Women. Sarà ancora lei un’imprescindibile protagonista dei futuri successi della Vecchia Signora.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui