Arsenal-Brighton, le formazioni ufficiali: Martinelli dal 1′

0
Arsenal-Brighton, le formazioni ufficiali: Martinelli dal 1′

Resta vivo l’obiettivo del quarto posto per l’Arsenal, che nella giornata 32 di Premier League affronta in casa un Brighton in crisi di risultati (di seguito le formazioni ufficiali). I Gunners vogliono riscattarsi dopo il crollo per 3-0 nel posticipo dell’ultimo turno, nel derby contro il Crystal Palace. I londinesi sono quinti in classifica ma con gli stessi punti del Tottenham piazzato in quarta posizione, e rispetto agli Spurs hanno giocato una partita in meno. Il primo pomeriggio di sabato porta bene all’Arsenal, che in questa fascia oraria ha perso solo una delle ultime 28 partite di Premier League (23 vittorie e 4 pareggi), proprio contro gli avversari odierni a giugno 2020. In casa, i Gunners sono imbattuti in 29 di queste gare: l’ultimo ko è un 3-1 rifilato dall’Aston Villa nell’agosto 2013.

Il Brighton cerca disperatamente il ritorno alla vittoria, che manca dal 12 febbraio (0-2 sul campo del Watford). Nell’ultimo turno, i Seagulls hanno pareggiato 0-0 in casa contro il Norwich ultimo in classifica, interrompendo una striscia negativa di sei sconfitte consecutive. La classifica, però, non desta preoccupazione considerando i dieci punti di vantaggio sulla zona retrocessione. Il mese di aprile non porta affatto bene al Brighton, che non ha mai vinto in 15 tentativi. Nella storia della competizione, solo l’Hull City ha giocato più partite in un determinato mese senza mai vincere. In 10 incontri di campionato con l’Arsenal, i Seagulls hanno mantenuto la porta inviolata, per la prima volta dalla vittoria per 1-0 nel settembre 1982, grazie allo 0-0 nella gara di andata in questa stagione.

Arbitro dell’incontro è David Coote, assistenti Ian Hussin e Nick Hopton; quarto uomo Robert Jones, al VAR c’è Chris Kavanagh mentre l’assistente VAR è Sian Massey-Ellis. Fischio d’inizio ore 16:00 all’ “Emirates Stadium” di Londra.

Arsenal-Brighton, le formazioni ufficiali

ARSENAL (4-3-3): 32 Ramsdale; 17 Cédric, 4 White, 6 Magalhães, 34 Xhaka; 8 Ødegaard, 23 23 Lokonga, 10 Smith Rowe; 7 Saka, 9 Lacazette, 35 Martinelli.

PANCHINA: 1 Leno, 16 Holding, 20 Tavares, 61 Ogungbo, 69 Swanson, 82 Hutchinson, 25 Elneny, 19 Pépé, 30 Nketiah.

ALLENATORE: Mikel Arteta.

BRIGHTON (3-5-2): 1 Sánchez; 34 Veltman, 5 Dunk, 3 Cucurella; 12 Mwepu, 13 Groß, 25 Caicedo, 8 Bissouma, 10 Mac Allister; 11 Trossard, 18 Welbeck.

PANCHINA: 23 Steele, 2 Lamptey, 4 Webster, 57 Offiah, 14 Lallana, 17 Alzate, 20 March, 9 Maupay, 60 Sarmiento.

ALLENATORE: Graham Potter.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui