Young-Inter, niente rinnovo: è fatta con l’Aston Villa

0
Young-Inter, niente rinnovo: è fatta con l’Aston Villa

Da “I’M INTER” a “I’m back”: Ashley Young fa ritorno all’Aston Villa, squadra in cui aveva militato già dal 2007 al 2011. L’esterno sinistro inglese lascia così i nerazzurri dopo due stagioni, coronate dalla vittoria dello scudetto. Si rincorrevano da qualche giorno le voci riguardo a diversi club di Premier League interessate a lui, su tutti Watford e lo stesso Aston Villa. Anche nel caso in cui gli Hornets l’avessero spuntata, si sarebbe trattato di un ritorno, proprio nella squadra che aveva cresciuto e lanciato Young.

Young-Inter: i perché del no al rinnovo

Seppur tutti i rinnovi in casa Inter sembrano essere in stand-by al momento, quello di Ashley Young fino ad una settimana fa sembrava vicino ad essere siglato. La società meneghina era pronta a mettere sotto contratto per un altro anno ancora il giocatore inglese, nonostante l’ingaggio importante a fronte dei suoi 35 anni. Young, da parte sua, sembrava pronto ad accettare l’offerta, con le sirene della Premier che sfumavano. E invece un altro plot twist degno di questo mercato ha segnato il destino del classe ’85, portandolo lontano da Milano. Alla fine la differenza l’ha fatta la voglia di tornare in patria, anche per assecondare la volontà della famiglia.

young-scudetto Young-Inter, niente rinnovo: è fatta con l'Aston Villa

Ashley Young lascia l’Inter dopo due stagioni ricche di emozioni, dall’amara sconfitta in finale di Europa League lo scorso anno, alla conquista della Serie A appena conclusa. La prima stagione nerazzurra è stata sicuramente la migliore a livello personale, con 25 presenze, 4 gol e 5 assist a referto. Una continuità di prestazioni garantita anche dalla capacità di Young di giostrare su entrambe i lati della mediana. Nella seconda stagione l’esterno inglese ha confermato la sua affidabilità, accumulando anche più presenze (34) rispetto all’annata precedente; ma ha dovuto fare i conti, nella seconda parte di stagione, con l’affermazione di Ivan Perisic sul suo lato di campo preferito. Young si è comunque sempre distinto nel gruppo Inter per professionalità e qualità espresse in campo.

Il saluto di Young all’Inter sui social

L’emozione di Ashley Young per il suo ritorno in Premier non gli ha impedito di salutare con affetto l’ambiente Inter. Dalla società che lo ha fatto sentire accolto sin dal primo giorno al calore dei tifosi, con una menzione speciale per l’entusiasmante derby di Milano vinto in rimonta nella stagione scorsa. Young ha espresso sui social la sua gratitudine per l’Inter, attraverso un lungo post che si rivolge al club, allo staff, ai compagni e soprattutto ai tifosi. Menzione speciale per loro, vista l’assenza dagli spalti di San Siro: “Hai vinto questo scudetto ma tu eri lì con noi fino in fondo e noi l’abbiamo vinto per te. Le ultime partite della stagione vedendoti fuori dallo stadio, le scene erano incredibili e questi ricordi rimarranno con me per tutta la vita. Auguro al club, ai giocatori, allo staff e a voi fan il meglio per la prossima stagione. FORZA INTER“.

“I’m back”: Young si ripresenta all’Aston Villa

“Quando ho saputo dell’interesse dell’Aston Villa, ho detto chiaramente al mio agente trova un accordo, in qualsiasi modo’“: ha raccontato così Young la scelta di tornare in quella che era già stata casa sua. “Ho seguito la squadra anche da lontano, ho visto quanto ha fatto bene nella scorsa stagione e come andavano le cose”. Dichiarazioni di attaccamento al club che gli ha fatto compiere lo step necessario per il grande salto al Manchester United, nel 2011. Con i Villains, Young divenne il primo giocatore in assoluto a vincere tre il premio di giocatore del mese nella stessa stagione. Stagione 2008-09 coronata poi dal PFA Young Player of the Year, premio al miglior giovane della Premier League.

Ashley Young, a 35 anni, ha già dimostrato all’Inter come la sua presenza in squadra possa essere un valore aggiunto e i tifosi dell’Aston Villa non vedono l’ora di poter apprezzare nuovamente il loro beniamino sul prato del Villa Park.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui