Atalanta-Inter, le formazioni ufficiali: Lukaku non ce la fa

0

Questa settima giornata mette a confronto due squadre deluse dal loro andamento sia in campionata che in Champions League. Dopo una breve analisi della loro situazione andremo a vedere le formazioni ufficiali che scenderanno in campo per Atalanta-Inter.

I bergamaschi arrivano da una sonora sconfitta subita in casa per 5-0 contro il Liverpool di Jurgen Kloop. Gasperini non è affatto contento dell’intensità che la sua squadra sta mettendo in campo in queste ultime partite e quindi per questo big match si affiderà principalmente ai titolarissimi della sua rosa. In porta ci sarà Sportiello visto che Gollini non è ancora al 100%. Al posto di Palomino, titolare in Champions, ci sarà Romero con Toloi e Djimsiti. L’indisponibile Gosens sarà sostituito da Ruggeri e Malinovsky prenderà il posto di Muriel al fianco di Zapata

Anche l’Inter viene da una sconfitta in Champions. I nerazzurri di Antonio Conte, dopo il 3-2 con il Real Madrid, rischiano di non superare il girone. Il tecnico pugliese conferma Skriniar al posto di D’Ambrosio al fianco di De Vrij e Bastoni. A centrocampo confermato Barella alle spalle di Lautaro e del rientrante Sanchez. Il cileno prenderà il posto di Lukaku non del tutto recuperato. Il belga partirà dalla panchina.

Dirigerà l’incontro Daniele Doveri assistito Longo e Del Giovane. Il quarto uomo sarà Ghersini mentre al Var ci sarà Mariani con Bindoni AVar.

Atalanta-Inter, le formazioni ufficiali

ATALANTA (3-4-1-2): 57 Sportiello; 17 Romero, 2 Toloi, 19 Djimsiti; 33 Hateboer, 88 Pasalic, 11 Freuler, 40 Ruggeri; 10 Gomez; 18 Malinovsky, 91 Zapata. 

PANCHINA: Depaoli, Gollini, Ilicic, Lammers, Miranchuk, Mojica, Muriel, Palomino, Pessina, Rossi, Sutalo, Traorè

ALLENATORE: Gasperini.

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 36 Darmian, 22 Vidal, 77 Brozovic, 15 Young; 23 Barella; 10 Lautaro Martinez, 7 Sanchez.

PANCHINA: D’Ambrosio, Eriksen, Gagliardini, Hakimi, Kolarov, Nainggolan, Padelli, Perisic, Pinamonti, Radu, Ranocchia

ALLENATORE: Conte.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui