Atalanta-Juventus (0-2), Allegri: “Mancano ancora punti per la Champions”

0
Atalanta-Juventus (0-2), Allegri: “Mancano ancora punti per la Champions”

In questa domenica afosa e calda di primavera, è andata in scena una sfida dal sapore molto europeo, Atalanta Juventus. Dopo il primo squillo di tromba di Angel Di Maria, la sfida si è assestata su una sorta di calma piatta tra le due squadre, anche se i padroni di casa sono stati più sciuponi. Avendo sbagliato due occasioni che potevano risultare molto importanti. Ad inizio ripresa, Iling-Junior recupera un pallone che finisce in rete e porta così in vantaggio i bianconeri. Stesso copione si ripete nel secondo tempo, con i padroni di casa che tentano di portarsi almeno in una situazione di parità. Ma quasi allo scadere della partita, Dusan Vlahovic, con assist di Federico Chiesa, ritrova il goal e allunga la distanza per i bianconeri. Dopo Atalanta-Juventus, Allegri ha così commentato questa importantissima vittoria ai microfoni DAZN.

Atalanta-Juventus, Allegri: “Siamo partiti bene”

Allegri, allenatore della Juve, si è mostrato molto sereno e soddisfatto agli opinionisti di DAZN subito dopo la vittoria a Bergamo contro i nerazzurri. Il mister toscano infatti ha speso belle parole per i suoi giocatori: “Siamo partiti bene, poi quando abbiamo rallentato loro hanno trovato fiducia, si sono alzati e invece di smontare la loro pressione abbiamo perso un po’. Abbiamo difeso bene di squadra, anche grazie a Milik e Di Maria, così come Vlahovic e Chiesa quando sono entrati. Anche Rugani ha fatto un’ottima partita, lui è uno che quando lo chiami si fa sempre trovare pronto“. 

Allegri, però, rimane con i piedi per terra e riguardo la Champions queste sono state le sue parole: “Manca ancora tanto, non è un discorso chiuso. Con l’Atalanta sono sempre partite di sofferenza. Inter e Milan è hanno alzato la quota Champions, noi abbiamo lo scontro diretto a vantaggio contro Inter e Lazio, con il Milan dobbiamo giocarci ma al momento siamo dietro come scontro diretto”.

Su Iling titolare: “Durante la settimana ci ho pensato. Lui salta l’uomo, attacca la profondità e dopo la partita di mercoledì ho pensato potesse essere la sua partita”. 

Sui Vlahovic e i cori contro di lui: “Purtroppo continuano questi cori, bisogna combatterli. Io credo che bisogna ignorare e quando li fanno chi di dovere prenderà gli giusti provvedimenti. Mi sono raccomandato di avere un comportamento corretto perché rischiamo di perdere uomini senza senso. Per lui ha un peso importante questo gol, è arrivato alla Juventus con una carica di responsabilità troppo alta; ora è sereno”.

Sulla difesa della Juve: “È questione di attenzione, di mettersi bene per l’anticipo. In questo bisogno migliorare, la differenza la fanno le letture, quelle situazioni in cui un difensore deve decidere cosa fare”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui