Atalanta-Lazio, Inzaghi: «Male sul primo e terzo gol»

0

Trenta minuti da urlo e il doppio vantaggio non sono bastati alla Lazio di Simone Inzaghi per portare a casa i tre punti da Bergamo. Immobile e compagni hanno messo in grande difficoltà l’Atalanta, segnando due gol nei primi undici minuti di gioco grazie all’autorete di De Roon e al bolide meraviglioso di Milinkovic-Savic dalla lunga distanza. Da lì è venuta fuori la forza dell’Atalanta unita al calo fisico dei biancocelesti, situazione fisiologica trattandosi della prima partita dopo più di tre mesi. Nel finale il crollo, che ha regalato ai bergamaschi la vittoria e complicato la rincorsa della Lazio allo scudetto. Ora la Juve dista quattro punti.

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi analizza la gara della sua Lazio. «Ero abbastanza tranquillo alla vigilia, sapevo che si trattava della prima partita dopo tre mesi e mezzo ma la squadra ha lavorato bene. Abbiamo tenuto il campo alla grande, eravamo avanti 0-2 nella prima mezzora e potevamo fare anche il terzo gol. Avevamo qualche defezione, tre giocatori hanno chiesto il cambio e non siamo stati attenti sul primo e terzo gol dell’Atalanta». Il tecnico sulla corsa scudetto con la Juve, in attesa del big match decisivo allo “Stadium”. «E’ complicata, anche perché venivamo da 17 vittorie e 4 pareggi. Non mi piace perdere e non piace ai ragazzi, che a fine partita erano rammaricati. Ora dobbiamo essere bravi a ricompattarci e recuperare energie e giocatori, anche perché giocheremo ogni tre giorni».

I prossimi appuntamenti prima del match-scudetto

Con la sconfitta di Bergamo, la Lazio ha interrotto l’incredibile striscia di 21 partite senza sconfitte. Un filotto vincente che ha lanciato i biancocelesti a ridosso della vetta candidando la squadra di Inzaghi a pretendente per lo scudetto. Nelle prossime gare, la Lazio affronterà Fiorentina, Torino, Milan, Lecce, Sassuolo e Udinese, per poi arrivare il 20 luglio a giocarsi il tricolore in casa della Juventus. Da lì in poi mancheranno solo quattro partite alla fine del campionato.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui