Atalanta-Roma (4-1), Fonseca: “Secondo tempo da bambini”

0
Atalanta-Roma (4-1), Fonseca: “Secondo tempo da bambini”

Ha parlato al termine della gara contro l’Atalanta il tecnico della Roma Paulo Fonseca, analizzando questa sconfitta 4-1 al Gewiss Stadium. I giallorossi che sono crollati completamente nella ripresa, dopo aver concluso un ottimo primo tempo in vantaggio.

Fonseca al termine di Atalanta-Roma

“Non voglio cercare alibi, una squadra che fa un primo tempo con grande intensità e da guerrieri come ha fatto la Roma, non può fare un secondo tempo da ragazzini, da bambini. La squadra è stata lontana dalla porta, poco aggressiva e contro una squadra come l’Atalanta è fatale. E’ una questione di atteggiamento, bisogna giocare 90 minuti non 45. Non si può cambiare atteggiamento così”.

Conclude sui problemi della sua squadra:

Scontri diretti con tanti gol presi? Vogliamo vincere sempre, ma se la squadra avesse mantenuto l’atteggiamento della prima parte avrebbe potuto vincere, giocando come nel secondo tempo è molto difficile. Problema di maturità? Per me oggi la Roma è stata poco aggressiva, si è abbassata senza ragione, è difficile capire quello che è successo. Un allenatore deve far capire che non si può avere un cambio di atteggiamento come questo, è stato troppo facile per l’Atalanta“.

Le parole di Mancini a fine partita

“C’è stato spirito di sacrificio nel primo tempo, abbiamo lottato su ogni pallone. Nel secondo tempo solito blackout che non deve esserci. Dobbiamo andare avanti, ripartire e cercare di non prendere questi gol: ci sta di calare fisicamente, ma questi gol non si possono prendere perché invece di restare a contatto e provare a rimettere le cose a posto si mandano le partite in vacca”.

Conclude sulle difficoltà nei big match:

“Bisogna lavorare, ma non ci sentiamo inferiori alle grandi squadre. Col Napoli è stata una partita diversa, oggi nel primo tempo abbiamo dimostrato di perdere una grande squadra. Dobbiamo accelerare questo percorso di crescita, oggi abbiamo preso 4 gol e non può succedere perché esiste sempre un modo per riagganciare le partite. Con le grandi non è questione di fare fatica, abbiamo retto il confronto in altre circostanze: non dobbiamo avere black-out durante queste partite”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui