Atalanta-Sassuolo: le dichiarazioni di De Zerbi

0

Il tecnico Roberto De Zerbi alla vigilia di Atalanta-Sassuolo, recupero della 25^ giornata di Serie A TIM 2019/20 in programma domani alle ore 19.30 presso il Gewiss Stadium di Bergamo, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul delicato match. 

Atalanta-Sassuolo: le dichiarazioni di De Zerbi

L’allenatore bresciano non ha tenuto una vera e propria conferenza stampa di vigilia ma ha parlato ai canali ufficiali del club. Di seguito le dichiarazioni del tecnico neroverde.

Che calcio ritroveremo?

“Non lo so. Andremo a Bergamo, una delle città più vicine insieme alla mia, Brescia, e andremo con grande rispetto ma quando l’arbitro fischierà l’inizio penseremo a far battaglia con le nostre armi, sapendo che è una partita difficile e quando loro stanno bene sono una delle squadre più difficili da affrontare. Oggi la condizione non potrà essere quella ottimale, ci saranno anche errori banali, ma i punti contano uguale e lo stimolo deve essere uguale, anche se ci sono stati questi problemi e il pubblico, che è determinante per il calcio”.

Che squadra è l’Atalanta?

“L’Atalanta ha fatto scuola a tutti per mentalità, coraggio, non c’è paragone con le altre. Negli ultimi anni ha dato veramente dimostrazione e lezioni a tutti di cosa voglia dire avere un certo tipo di mentalità. Noi la stimiamo e quando ci dobbiamo confrontare con chi stimiamo dobbiamo mostrare coraggio anche noi. Non è semplice ma abbiamo una squadra giovane e forte che può migliorare e quando ti confronti con una squadra più forte di te che sta segnando il calcio in questi ultimi anni, allora è un banco di prova, è un esame e dipende come lo affronti, se lo affronti con le tue armi e con coraggio può anche andar male però cresci ma se lo affronti con timore non cresci mai. Noi sappiamo come dobbiamo affrontarla, poi l’Atalanta ha fatto 4-5 gol a tutte le squadre”.

Come sta la squadra?

“Stiamo tutti bene, non abbiamo infortunati a parte Romagna. Chi non gioca domani, al 70-80-90% possono giocare contro l’Inter e mi sembra giusto per evitare infortuni, per essere freschi e mi sembra giusto attingere a tutta la rosa perché quando ci riempiamo la bocca che la rosa è tutto uguale, poi bisogna dimostrarlo. Noi abbiamo giocatori dello stesso livello con caratteristiche diverse e con 5 cambi devono essere tutti pronti a entrare, farsi trovare pronti da subito”.

Le novità?

“Non ci sono mai state 3 partite in una settimana per 1 mese e mezzo, è una situazione straordinaria. Noi non siamo abituati a giocare ogni 3 giorni, soffriamo quando giochiamo 3 partite in una settimana a pieno regime, figuriamoci adesso in estate, dopo una sosta di un mese e mezzo e dobbiamo cercare di sbagliare il meno possibile”.

Conta di più la tecnica o la corsa?

“Una non esclude l’altra: la tecnica da sola senza corsa non ti fa andare lontano e così la corsa senza tecnica, ad alti livelli, non ti porta da nessuna parte. Noi vogliamo corsa, tecnica, fame, ignoranza calcistica, voglia di affermarsi e di confrontarci con una squadra molto forte: sono tutti stimoli perché la testa fa sempre tutto”.

Le porte chiuse?

“Sono sempre un male. Ci sarebbe piaciuto giocare con il pubblico, anche a me che son bresciano, ma ci sarebbe piaciuto anche giocare con il pubblico contro il Brescia o a Milano contro l’Inter, ci dobbiamo adeguare a questo. Giocare senza pubblico porta il nostro mondo a scomparire, a far sì che diventi calcio virtuale e si va a perdere la passione”.

Che ripartenza sarà?

“Non è mai capitato a nessuno di ripartire in queste condizioni. Dobbiamo star svegli, vigili. Dobbiamo salvarci, è un recupero, è la prima partita dopo la chiusura totale e dobbiamo pensare a raggiungere il nostro primo obiettivo il prima possibile, poi dopo potremo fare tanti discorsi ma noi dobbiamo arrivare il prima possibile alla quota salvezza, il resto vedremo”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui