Atalanta-Udinese (1-1), Gasperini: “Questi arbitri sono un problema”

0

L’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha parlato al termine del pareggio casalingo contro l’Udinese di Luca Gotti. 

Il tecnico bergamasco è stato espulso poco prima del pareggio allo scadere di Beto, per l’ex allenatore del Genoa l’ennesimo rosso per proteste verso la terna arbitrale.

Atalanta-Udinese, Gasperini: “Espulso per niente”

Il tecnico italiano ha parlato cosi dell’arbitraggio e sui cartellini che ha ricevuto prima del goal bianconero (inizialmente solo ammonito, poi espulso direttamente per proteste reiterate): “Non so perché sono stato ammonito, non ho detto assolutamente nulla. Questo è un problema arbitrale grandissimo, questi signori rappresentano un problema. Devono smettere di essere difesi, devono fare i professionisti anche loro e metterci la faccia. Perché non vengono a spiegare le loro decisioni a fine partita? Non ci provano neanche, perché verrebbero fuori tutti i problemi“. 

Sul goal di Beto allo scadere: “Abbiamo preso gol a tempo scaduto, c’è un po’ di rammarico. Siamo riusciti a sbloccarla, forse dopo il gol avremmo potuto fare qualcosa in più“. 

Sulla poca aggressività rispetto alle scorse partite: “Abbiamo avuto alcune situazioni dopo il gol, in questo momento giochiamo tanto e ruotiamo molto anche in attacco. Chi subentra deve avere energia e concretezza, soprattutto quando le partite sono indirizzate bene come oggi, altrimenti può bastare un angolo per compromettere il risultato“. 

Gasperini: “Questo calendario è assurdo”

Gian Piero Gasperini si allinea al pensiero del suo collega e si scaglia contro un calendario cosi folto: “Giochiamo tante partite ravvicinate e in panchina avevo ottimi giocatori per sopperire all’assenza di Josip. Oltretutto hanno giocato anche con le nazionali. Giochiamo troppo, il calendario è assurdo“. 

Sulla lunga lista di indisponibili in difesa (Toloi, Demiral, Gosens, Djismiti, Mahele e Hateboer): “È un momento di emergenza totale in difesa, ma lo supereremo. Oggi abbiamo fatto bene, l’Udinese non ha creato tante occasioni“. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui