Atletico Madrid-Inter è la partita di Morata: dalla Juventus è rivalità

0

La partita di Champions League che metterà di fronte Atletico Madrid e Inter per cercare di strappare il pass per i quarti di finale non sarà una partita come altre per l’attaccante spagnolo Alvaro Morata, attuale rinfonrzo offensivo dei Colchoneros. Infatti, seppur in due tranche diverse, il classe 1992 ha militato per quattro anni in Italia tra le fila della Juventus. Probabilmente l’acerrima nemica calcistica per antonomasia dei nerazzurri. L’ex bianconero ha da sempre ammesso di avere un legame affettivo con la Vecchia Signora, la città di Torino e la tifoseria molto grande. Stesso che ha portato i suoi due attuali figli ad essere tutt’ora tifosi della rosa allenata dal tecnico Massimiliano Allegri.

Alvaro Morata: il primo di numerosi Juventus-Inter

L’esperienza nel Bel Paese di Morata lo ha reso spesso protagonista di belle battaglie in mezzo al campo proprio contro l’Inter. Divenuta negli anni una sua “vittima” frequente per aggiornare il tabellino delle marcature personali. La prima volta che l’attaccante iberico ha interfacciato il club di Milano è stato nella lontana stagione 2014/15. Più precisamente in data 6 gennaio 2015, quando la Juventus è stata chiamata ad affrontare l’impegno casalingo (dell’allora denominato “Juventus Stadium”) nella diciassettesima giornata di Serie A.

Atletico Madrid-Inter è la partita di Morata: dalla Juventus è rivalità

In quella occasione, però, il prodotto delle giovanili del Real Madrid non ha avuto modo di far male come sperato. In quanto il minutaggio concesso dall’allenatore Max Allegri è risultato essere solamente di trenta minuti scarsi. Al minuto sessantatré della gara, poi terminata 1-1 grazie alle reti dei due argentini Carlitos Tevez e Mauro Icardi, il numero 14 Fernando Llorente ha abbandonato il terreno di gioco per fare spazio al giovane e talentuoso Alvaro Morata.

Gol ed esultanza “Cool”: Morata colpisce l’Inter

La sfida di ritorno, giocata nella parentesi spettacolare di San Siro, ha visto lo spagnolo siglare il suo primo gol ufficiale contro l’Inter. Riuscendo grazie al medesimo a regalare vittoria e tre punti alla sua squadra. La conclusione di prima intenzione dopo aver controllato a mezz’aria il pallone è stata letta male dall’estremo difensore Samir Handanovic. Stesso che si è reso protagonista in negativo di un errore grossolano, permettendo al classe 1992 di insaccare in rete la palla dell’1-2 definitivo (oltre all’ex numero 9 di Madama in gol anche Claudio Marchisio e il solito Icardi). Iconica l’esultanza con annessi occhiali da sole della prima punta.

Verso Atletico Madrid-Inter: quando Morata fece impazzire i nerazzurri

Con l’avvento della stagione 2015/16 i numeri e le statistiche di campo del terminale offensivo iberico hanno subìto un grave rallentamento. Di fatto, in campionato il tabellino personale recitava una sola rete e due assist all’esatta metà dell’anno calcistico. In questo caso, proprio una sfida di Coppa Italia contro l’Inter ha dato modo al giovane Morata, attuale rinforzo del Cholo Simeone all’Atletico Madrid, di tornare a fare gol e riprendere un pò di quella fiducia che si era perduta nel percorso.

Atletico Madrid-Inter è la partita di Morata: dalla Juventus è rivalità
Morata, Juventus 2015/16

La semifinale di andata della competizione nazionale tra bianconeri e nerazzuri si è conclusa con il netto risultato di 3-0 per i torinesi. Delle tre reti della Vecchia Signora ben due portano la firma del bomber spagnolo. Fare una doppietta pesante alla squadra rivale per eccelenza del club ha, oltretutto, ridato credibilità della propria figura anche alla fetta di pubblico juventino. Arrivato quasi al punto di essersi stufato di avere in squadra un attaccante molto discontinuo.

Chiuso il ciclo Juventus: l’Inter prende la rivincita su Morata

Dopo neanche un mese, precisamente in data 28 febbraio 2016, l’ex Real Madrid ha realizzato un altro gol ai danni dei milanesi nel 2-0 sempre casalingo della Juventus ai danni dell’Inter in Serie A. Questo rimane tutt’ora l’ultimo sigillo del calciatore contro i nerazzurri. Il ritorno nella stagione 2020/21 del numero 9 in Italia, sempre in bianconero, non è stato felice tanto quanto la prima esperienza. Ben sette apparizioni in due anni nel Derby d’Italia, ma zero gol.

L’unico apporto registrato risulta essere quello dell’assist per la rete di Weston McKennie nella finalissima di Supercoppa Italiana del 12 gennaio 2022. Trofeo, poi, definitamente perso con il risultato di 2-1 in favore della ciurma di mister Simone Inzaghi, capace di raccogliere il trionfo nei tempi supplementari e in prossimità della lotteria dei calci di rigore grazie alla bella rete da rapace d’area di rigore di Alexis Sanchez.

Atletico Madrid-Inter è la partita di Morata: dalla Juventus è rivalità

Trascurando il recente con la casacca dell’Atletico Madrid, Alvaro Morata ha giocato il suo ultimo match bianconero contro l’Inter in occasione dell’altra finale persa da mister Allegri, quella della Coppa Italia 2021/22, nella quale Lautaro Martinez e compagni hanno avuto la meglio sempre dopo i 120 minuti con il risultato pirotecnico di 4-2. Lo spagnolo non è andato a segno in quella occasione. Nel tabellino dei marcatori in quel frangente sono finiti Alex Sandro e Dusan Vlahovic per la Juventus. Mentre per il club milanese, poi vincitore della competizione, Matteo Darmian, Hakan Calhanoglu e doppietta di Ivan Perisic, eroe indiscusso dell’incontro.

Più di una sfida: l’Atletico Madrid si affida a Morata contro l’Inter

In occasione dell’attuale edizione di Champions League i destini di Morata e dell’Inter si sono nuovamente incrociati, anche se i colori difesi dall’attaccante non sono più quelli di Madama, bensì quelli dell’Atletico Madrid. In attesa di vedere come andrà a finire il testa a testa tra le parti, è bene ricordare che la formazione nerazzurra risulta essere al momento la seconda squadra con la quale il classe 1992 è sceso in campo da avversario nel corso della sua intera carriera calcistica.

Atletico Madrid-Inter è la partita di Morata: dalla Juventus è rivalità

Il ritorno degli ottavi di finale della “Coppa dalle Grandi Orecchie” sarà il quindicesimo appuntamento. Con l’assenza di Antoine Griezmann, per lo meno dal primo minuto, l’apporto e il peso d’attacco di Alvaro Morata potrebbe risultare fondamentale per ribaltare le sorti dell’andata e proseguire il cammino verso la finale di Wembley. Il giocatore ha dimostrato negli anni di saper buttare la palla dentro in 4 occasioni ai danni dell’Inter (oltre alla realizzazione di 2 assist). E di avere la meglio al termine dei 90 minuti per cinque volte sulle totali quattordici contate al momento.

Infine, come in ogni rivalità che si rispetti si nasconde un grande rispetto reciproco. Perciò sarà interessante come l’ex Juventus sentirà la pressione della partita contro capitan Lautaro Martinez e compagni. Vedendo, più nello specifico, se quest’ultima verrà trasformata in adrenalina positiva o meno. D’altronde, Atletico Madrid ed Alvaro Morata si giocheranno un’intera stagione in novanta minuti, forse centoventi e addirittura calci di rigore. La qualificazione è davvero appesa ad un filo dopo una gara d’andata che ha regalato il minimo vantaggio di 1-0 ai nerazzurri.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui