Bale in rotta con il Real Madrid: ritorno in Premier?

0

C’era una volta Gareth Bale, il “Mister 100 milioni” acquistato dal Real Madrid nell’estate del 2013. All’epoca fu il colpo più costoso della storia del calcio. Nessuno prima di lui era stato valutato a tripla cifra. Dopo sette anni, però, l’avventura del gallese sembra essere realmente giunta al capolinea, dopo le voci che lo volevano lontano dalla Spagna già nelle ultime stagioni. In prima fila pare esserci il Manchester United, che lo vorrebbe fortemente in rosa.

Bale-Real Madrid rottura totale. United alla finestra

Il rapporto con i blancos è logoro da almeno un paio di stagioni. Il suo impiego, soprattutto nell’ultima annata, è stato notevolmente limitato, soprattutto se paragonato al valore indiscusso del calciatore. Il rapporto con Zidane è ai minimi storici e non rientra assolutamente nei piani del tecnico francese, nonostante la doppietta decisiva nell’ultima Champions League vinta nel 2017/18 insieme. Il nodo della questione, però, è principalmente economico: il talento gallese non vuole rinunciare ai suoi 15 milioni di euro annui. Dall’altra parte, le merengues avevano sempre rigettato l’ipotesi di un prestito, ai fini di monetizzare l’enorme investimento effettuato per le sue prestazioni. Avere un calciatore strapagato (insieme ad Hazard è colui che percepisce di più in rosa) senza utilizzarlo non è, però, più tollerabile. Ecco perché sembra essersi aperta la strada finora mai battuta del prestito. Certo, anche lo stesso Bale non aveva mai gradito questa ipotesi, ma di certo non può permettersi un’altra stagione da comprimario. Il prezzo del suo cartellino è crollato soprattutto a causa delle continue esclusioni della scorsa stagione. Ecco perché la soluzione maggiormente percorribile è solo una. Il Manchester United, che a breve inizierà la stagione in Premier League, parrebbe la favorita per accogliere il calciatore. Dettaglio non trascurabile: il compenso per il giocatore. La trattativa è ancora agli albori, ma quel che è certo è che l’ex gioiello degli Spurs è pronto a lasciare Madrid per chiudere la carriera in un altro top club e conquistare nuovi titoli.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui