Balotelli “licenziato”: il Brescia chiede la rescissione unilaterale

0

La storia tra Mario Balotelli e il Brescia si conclude nel peggiore dei modi. Il club delle rondinelle ha infatti recapitato al giocatore la missiva per chiedere la rescissione unilaterale del contratto. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è arrivata con la mossa di Super Mario di presentare un certificato medico con la diagnosi di gastroenterite, giustificando così l’assenza dagli ultimi allenamenti.

Balotelli: il Brescia chiede licenziamento per giusta causa

Un licenziamento per giusta causa quello chiesto dal presidente Cellino, visto che l’ex nazionale nelle ultime settimane non si è fatto vivo agli allenamenti in vista della ripresa del campionato, giustificando gli ultimi solo con un dubbio certificato medico. Atteggiamento a cui si sommano le altre negligenze durante il lockdown e il lavoro da svolgere ‘a casa’.

Ora la palla passa al Collegio arbitrale, che dovrà decidere chi è la vera vittima del caso. “Pensavo che giocando nella sua città potesse dare tanto. Aveva tanto da dare, ma doveva fare di più, molto di più. Quindi è normale che io sia deluso – ha dichiarato il tecnico del Brescia Diego Lopez al Corriere della Sera – Per Mario mi sono speso molto, ma da lui pretendevo altrettanto”.

Quale futuro per Balo?

Ormai è da escludere un ingaggio in Serie A, Premier League e League One, dove Super Mario ha già lasciato il “segno”. Non è da escludere invece che possa approdare in MLS o magari in Sud America dove già la scorsa estate il Boca Juniors e il Flamengo avevano fatto trapelare il loro interesse.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui