Bari, valutazioni su Pasquale Marino: traballa la panchina del tecnico siciliano

0

Dodicesima posizione in classifica e distanza dalla zona play out che diminuisce con il passare delle giornate. Una delle grandi delusioni di questa Serie B è sicuramente il Bari. Da essere ad un passo dalla promozione in massima serie lo scorso giugno, i galletti ora si ritrovano in una complessa situazione. Una situazione che è andata peggiorando dopo i due passi falsi di fila contro Reggiana e Palermo i quali hanno messo in evidenza i tanti limiti della squadra. Dopo aver iniziato alla grande il 2024 con il successo ai danni della Ternana, i pugliesi sono andati incontro al pareggio subito in rimonta sul campo dell’Ascoli. Pareggio al  quale sono seguite due sconfitte consecutive, l’ultima nella serata di ieri per 3-0 in casa del Palermo. Un andamento di stagione che sta portando il Bari a fare delle attente valutazioni sull’operato di Pasquale Marino.

Marino a rischio esonero dalla guida del Bari: un nome come possibile sostituto

Come riferito poco fa dal giornalista di Sky Sport Gianluca Di Marzio sui propri canali social, è seriamente a rischio la permanenza di Pasquale Marino sulla panchina biancorossa. Scelto ad ottobre come sostituto di Mignani, il tecnico siciliano ha ottenuto 4 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte dal suo arrivo in terra pugliese. Numeri che non hanno migliorato la stagione dei galletti sempre più lontani dalla zona playoff. Nonostante gli arrivi di calciatori importanti come Kallon e Puscas, la situazione non è cambiata e ne sono una dimostrazione gli ultimi incontri disputati.

Sconfitto per 0-2 davanti al proprio pubblico contro una Reggiana incerottata, era seguita una forte protesta fuori allo stadio da parte dei tifosi. Una protesta questa, che non ha portato i risultati sperati visto il brutto passo falso di ieri al Barbera. Un passo falso che ha costretto la società a prendere seriamente in valutazione i risultati di mister Marino, al momento a rischio esonero. Sempre secondo Di Marzio, al momento il candidato principale sulla lista di Polito per prendere l’eredità dell’ex allenatore di Udinese e Catania è quello di Fabio Cannavaro. Per il campione del mondo 2006 potrebbe trattarsi di un’occasione di riscatto dopo la breve avventura da dimenticare alla guida del Benevento. Ciò che è certo è che in casa Bari si attendono sviluppi in vista di una seconda parte di stagione nella quale la compagine pugliese non può più permettersi di sbagliare!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui