Belgio, ecco i 25 convocati per Euro2024

0

Il Belgio ha diramato la lista dei convocati per Euro2024, e a spiccare è il numero di giocatori chiamati: 25. Per il 26esimo posto dunque, c’è ancora speranza per vari calciatori che hanno ben fatto in questa stagione. 

Il CT Domenico Tedesco dunque a breve comunicherà l’ultimo nome che farà parte della spedizione tedesca. Al tempo stesso però ha preferito un gruppo “snello” che possa il prima possibile diventare una famiglia, aspetto questo mancato al Belgio nelle ultime annate.

Belgio, ecco i 25 convocati per Euro2024

Vari problemi di spogliatoio hanno, infatti, creato spaccature che si sono rivelate decisive alla base del mancato acuto nonostante la generazione d’oro dei Diavoli Rossi. In Germania è l’ultima occasione per alcuni di questi talenti di far bene, pur se il Belgio non parte tra le favorite. 

Andiamo a vedere nel dettaglio ora reparto per reparto le convocazioni e in che reparto potrebbe essere aggiunto il 26esimo giocatore. 

Belgio, ecco i convocati per Euro2024: tra il problema tra i pali e l’ultimo posto da scegliere

Partendo dal reparto dei portieri, come vediamo nella lista spicca l’assenza di Thibaut Courtois, il quale aveva comunicato mesi fa che non avrebbe difeso la porta dei Diavoli Rossi in Germania per i vari gravi infortuni avuti in stagione.

Altra pesante assenza in porta è quella di Mile Svilar, il quale dopo una super seconda parte di stagione con la Roma avrebbe potuto essere il titolare, non fosse che per un problema di doppio passaporto avendo già in passato cambiato dal Belgio alla Serbia la nazionale con cui giocare, non può ora fare il passaggio inverso. Ecco la lista completa.

Portieri: Casteels, Kaminski, Sels. 

Difensori: Castagne, De Cuyper, Faes, Meunier, Theate, Vertonghen, Debast.

Centrocampisti: De Bruyne, Mangala, Onana, Tielemans, Vermeeren, Witsel, Vranckx.

Attaccanti: Bakayoko, Carrasco, De Ketelaere, Doku, Lukaku, Lukebakio, Openda, Trossard. 

Belgio, ecco i 25 convocati per Euro2024

A risaltare è la grande qualità dalla metà campo in su, a far da contraltare a un livello non eccelso tra i pali per i problemi sopra citati e in difesa. Proprio per questa ragione è difficile che il 26esimo convocato possa essere un giocatore offensivo, nonostante il 3-4-2-1 modulo di base del Belgio. 

 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui