Benzema già stufo dell’Arabia: possibile il ritorno in Europa?

0

Karim Benzema, dopo appena 6 mesi passati in Arabia Saudita, è già stufo della sua avventura e spinge per tornare in Europa. A differenza infatti delle parole di Cristiano Ronaldo e Lukaku, che vedono il calcio arabo sempre più in rampa di lancio, il francese non la pensa allo stesso modo. 

Benzema sta dunque forzando la mano con l’Al ittihad per chiedere una cessione, nonostante il faraonico contratto da 100 milioni l’anno. Alla base della rottura ci sarebbero le critiche mosse per il rendimento del francese, oltre a problemi con la società e con la competitività del torneo. 

Benzema già stufo dell'Arabia: possibile il ritorno in Europa?

Quel che è certo è che il fuoriclasse francese è stato messo addirittura fuori rosa ed ha avuto problemi col tecnico Gallardo. Questo, unito alle polemiche in patria con addirittura varie accuse da parte del ministro degli interni della Francia, sta creando ulteriori problemi al vincitore del pallone d’oro 2022

Il transalpino è in crisi su più aspetti, per lui potrebbe essere dunque importante un ritorno in Europa, dove cercare almeno in campo di ritrovare il sorriso. Rifiutate almeno per ora infatti le proposte dell’Al Ittihad di mandarlo in prestito in altre squadre arabe.

In caso di addio all’Al-Hittihad e dall’Arabia chi può prendere realmente Benzema in Europa?

Il valore del giocatore francese nonostante i suoi 36 anni non si discute assolutamente, e questo può portare molti club a fare riflettere sull’ingaggio di Benzema. Inoltre potrebbe dare una mano lo stesso calciatore francese.

Benzema sembrerebbe infatti disposto ad accettare stipendi in linea con quelli di giocatori della sua età nel calcio europeo pur di venire via dalla dorata Arabia. Non più 100 milioni dunque, ma 6/7 massimo. A queste cifre vari club potrebbero farci più di un pensiero.

Un ostacolo potrebbe essere rappresentato dallo stesso Al Ittihad che non sembra propenso a perdere a metà stagione la sua stella. Ma alla fine un accordo potrebbe essere raggiunto anche visto l’elevato ingaggio percepito dall’ex Real Madrid. 

Benzema già stufo dell'Arabia: possibile il ritorno in Europa?

Tre sembrano i campionati che potrebbero in qualche modo riportare in Europa il campione francese: Premier League, Liga e Ligue 1. Però anche qui ci sono alcuni ostacoli, primo fra tutti in Spagna la volontà della dirigenza del Real Madrid di non riaccogliere l’ex centravanti. 

Altre problematiche potrebbero sorgere in Francia per via delle polemiche di cui si è accennato sopra con il ministro Darmanin. Qui le due piazze per Benzema potrebbero essere quelle del Marsiglia e del Lione, club in cui ha iniziato la carriera. 

L’ipotesi più plausibile è infine viste queste problematiche quella della Premier League. Qui l’esperto francese potrebbe far comodo a varie squadre come Chelsea, Manchester United ed Arsenal

Henderson, Jota e non solo, quando i soldi non fanno la felicità

Sono molte le situazioni difficili vissute in Arabia dai calciatori arrivati in estate. Infatti, a far le valigie sono già in parecchi tra cui Henderson, l’ex capitano dei Reds volato all’Ajax. Malcontento anche per molti altri calciatori, tra cui l’altro ex perno del Liverpool delle meraviglie di Kloop, Roberto Firmino.

A voler andare via poi è anche Jota, così come sembra scontento il connazionale Ruben Neves. Questo è solo l’inizio dell’elenco che prevede come primo nome appunto quello di Karim Benzema. Nonostante le parole di smentita del francese, infatti la sua intenzione è chiara.

Benzema già stufo dell'Arabia: possibile il ritorno in Europa?

L’obiettivo è tornare in Europa entro la fine del mercato invernale, anche appunto rinunciando al suo faraonico stipendio.

Tra scarsa competitività, giocatori a fine carriera e stile di vita completamente opposto a quello europeo il calcio in Arabia, nonostante i petrol-dollari, fatica a prendere il giusto via.

La passione e le tradizioni d’altronde non sono cose che possono comprarsi, e questo deve rimanere bene in mente a chiunque decide di pensare al proprio portafogli anziché alla propria competitività. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui