Bologna, la buona prova di Ravaglia: vittoria e clean sheet

0

Ogni anno la stagione di Serie A presenta una nuova outsider, una inaspettata protagonista che rovina – o rallenta – i piani delle “big”. Per questa stagione il ruolo di “cenerentola” è del Bologna, che ha affidato la porta a Ravaglia nell’importante sfida contro la Roma. Vittoria per 2-0 in casa e quarto posto in classifica. Un sogno che si sta trasformando in realtà.

Bologna, vittoria contro la Roma e successo di Ravaglia

Ad inizio campionato nessuno ci avrebbe scommesso. La buonissima partenza del Lecce aveva illuso i tifosi salentini, come anche il buon rendimento del Frosinone. A partire male sono state Sassuolo e Udinese, le quali combattono per rimanere nella zona grigia. Tra le squadre più coerenti da subito si possono notare Bologna e Monza, compagini che vogliono confermarsi come certezze della Serie A.

Gli emiliani, con grandissima umilità, hanno – stagione dopo stagione – lavorato per migliorare la rosa, in termini di qualità e compattezza. Il duro lavoro di Thiago Motta sta finalmente raccogliendo consensi e punti. Dopo 16 giornate, infatti, il Bologna mostra 28 punti, frutto di sette vittorie, sette pareggi e appena due sconfitte. Le reti realizzate sono 20, mentre 12 quelle subite, con la terza miglior difesa (dietro a Inter e Juventus, rispettivamente prima con 7 e seconda con 10). Numeri da urlo, che valgono il quarto posto in solitaria. A -3 dal Milan e a +1 da Napoli e Fiorentina in classifica.

Bologna, la buona prova di Ravaglia: vittoria e clean sheet

La prova di maturità è stata superata a pieni voti, visto che nell’ultimo fine settimana il club del capoluogo dell’Emilia Romagna ha ospitato la Roma, con i medesimi punti in quel momento (25) e pronta a blindare la quarta posizione. Nonostante i pronostici, Mourinho si è beccato una grande insufficienza. I tanti infortuni hanno “decimato” la squadra, ma questa non può essere una scusa. Prima Moro e poi autogol di Kristensen, con i ragazzi di Thiago Motta che hanno vinto 2-0 festeggiando il successo. Importante anche la risposta di Federico Ravaglia, chiamato in causa all’ultimo momento per sostituire l’indisponibile (e titolare inamovibile) Skorupski. Almeno due parate importanti e buonissimo feeling con i compagni, segno che il 24enne potrebbe ritagliarsi uno spazio di rilievo. Clean sheet e possibilità di giocare ancora.

Questo Bologna vuole osare e ha tutte le carte in regola per farlo.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui