Bologna, preoccupazione per il brutto infortunio di Skov Olsen

0
Bologna, preoccupazione per il brutto infortunio di Skov Olsen

Brutto infortunio per Andreas Skov Olsen, attaccante del Bologna e della nazionale danese. Lo spiacevole episodio è avvenuto ieri sera: durante il match che ha visto impegnata la Danimarca contro l’Islanda. Il giocatore è stato chiamato in campo solo negli ultimi minuti, che però sono bastati a causargli l’incidente: Olsen stava tentando di vincere un contrasto aereo, che si è però concluso con la caduta dell’avversario su di lui e la conseguente uscita dal campo in barella.

Subito dopo l’uscita dal campo l’attaccante è stato portato in ospedale e dopo gli accertamenti, oggi sono arrivati aggiornamenti direttamente dal medico della nazionale danese. «Skov Olsen sfortunatamente è caduto durante i supplementari della partita di ieri sera ed è stato trasportato fuori dal campo in barella per poi essere trasferito in ambulanza all’ospedale universitario per ulteriori accertamenti. La radiografia ha evidenziato una frattura minore a una della cinque vertebre lombari. Già ieri sera il ragazzo è tornato in albergo e stamattina è stato insieme ai compagni. La frattura dovrebbe guarire da sola e fortunatamente è localizzata in una zona prevalentemente favorevole. Andreas dovrebbe restare fuori dal campo per circa sei settimane compresa la riabilitazione. A lungo termine non mi aspetto complicazioni dovute a questo infortunio. Il ritorno a casa del ragazzo verrà organizzato sotto la mia supervisione».

La situazione del Bologna dopo l’infortunio di Skov Olsen

Dopo l’infortunio di Andreas Skov Olsen, il Bologna non si trova in una situazione ideale, poiché nel club già erano presenti altri giocatori infortunati, ovvero Medel, Poli e Dijks. Considerato che il tempo di recupero è di circa sei settimane, se tutto va bene l’attaccante danese tornerà in campo verso l’inizio di dicembre. Intanto il tecnico rossoblu Mihajlovic deve trovare una valida alternativa per la prossima gara contro il Sassuolo la prossima domenica.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui