Buon compleanno Mattia Caldara, quale regalo per te?

0

Mattia Caldara oggi compie 27 anni. 27 come le sue presenze negli ultimi 3 anni. Il suo è un nome sfortunatamente presente nelle cronache del giornalismo sportivo. Vari infortuni, infatti, ne hanno condizionato la carriera proprio nel momento della possibile consacrazione. Dall’incredibile stagione d’esordio con l’Atalanta, passando per la cessione agli allora campioni d’Italia della Juventus fino al valzer di mercato surreale coinvolgendo Higuain e Bonucci. Questo prima degli innumerevoli infortuni. Cosa chiede per il compleanno, a questo punto della carriera, Caldara?

Un rilancio mancato

Il dubbio dato dal bivio a cui sarà posto Caldara a fine stagione è lecito. Tra pochi mesi terminerà il prestito all’Atalanta. I bergamaschi non sembrano intenzionati a trattenere il loro pupillo cresciuto nel vivaio. Infatti dopo l’ultimo infortunio che l’ha tenuto fuori 3 mesi, Caldara è tornato ma non si è sentito.

Il centrale classe ’94 staziona in panchina dal suo rientro. La retroguardia di Gasperini è ormai rodata. Pur senza Hateboer il tecnico della Dea si è inventato Toloi adattato. Si contano, dunque, almeno 3 centrali nelle formazioni di Gasperini. Tra questi Caldara non rientra. 

Il riscatto di 15 milioni, quindi, resta un miraggio e il pensiero va a quello che sarà il Milan 2021-2022. Sarà in Champions? Verrà riscattato Tomori dal Chelsea e Romagnoli farà le valigie? Caldara in tutto ciò sembra essere l’ultimo pensiero.

Buon compleanno Mattia Caldara, quale regalo per te?

Mattia Caldara era il futuro della Nazionale

Spiace scrivere così di Caldara. Spiace scrivere di un giovane che non è mai stato scorretto o poco professionale. Non ha avuto atteggiamenti da Balotelli o da Cassano. A tradirlo è stato il fisico, proprio mentre il calcio italiano lo vedeva come un investimento interessante. Lo sapevano Juventus e Milan, lo sperava la Nazionale italiana.

Il fiuto del gol, lo stesso che lo portò ad una insolita doppietta al Napoli nella stagione 2016-2017, il posizionamento quasi da veterano. In misura diversa la nomea di centrale azzurro del futuro è stata rubata da Bastoni (anch’esso del vivaio atalantino), fresco campione d’Italia nella retroguardia dell’Inter.

Buon compleanno Mattia Caldara, quale regalo per te?

Là poteva esserci Caldara, oppure avrebbe potuto sfidare Bastoni in duelli aerei nella cornice del derby di Milano. Il futuro di Caldara sembra essere altrove quando valuterà le possibilità per l’ennesimo rilancio in cui ogni tifoso spera umanamente parlando.

Il regalo più grande che vorrebbe farsi Mattia Caldara, probabilmente, è la ripartenza da una squadra capace di aspettarlo dopo le sole 27 presenze in 3 anni, e di credere in quelle capacità che la Serie A ha potuto conoscere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui