Cagliari-Sampdoria, le dichiarazioni di Di Francesco alla vigilia

0

Eusebio Di Francesco ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match tra Cagliari e Sampdoria, in programma domani alle 15 alla “Sardegna Arena”.

Il tecnico, archiviata la sconfitta di Bologna, si sofferma inizialmente sulla formazione di domani: “Ho sempre schierato gli stessi giocatori per un fattore di continuità ma anche perché non avevo giocatori in ottime condizioni. La crescita dei giovani passa attraverso prestazioni altalenanti. Ounas? Quello che mi aspetto da lui va al di là della partita di domani. Voglio qualità, imprevedibilità, pericolosità da parte sua. Domani giocherà lui: uscirà uno di qualità e ne entrerà un altro. Non so ancora chi toglierò: non è detto che lasci fuori Sottil, potrei spostare anche qualche altro giocatore. Attualmente mi manca qualcosa in questo puzzle, e devo cercare di risolvere questo problema. Ounas è diverso: ha spunto, non ha continuità ma è imprevedibile.”

Di Francesco sul cambio modulo e sui gol subiti

Partito col 4-3-3, modulo prediletto dall’allenatore rossoblù, lo stesso Di Francesco ha virato da qualche settimana per un altro schema che garantisca alla sua squadra il giusto equilibrio: “Perché il 4-2-3-1? Ho cambiato per mettere i giocatori nelle condizioni migliori. Soprattutto Joao Pedro che nella posizione attuale ha ritrovato la sua verve. Nel calcio non c’è tempo, ci vogliono risultati. Il 4-3-3? In futuro, forse; per ora cerco l’equilibrio che ancora non abbiamo trovato. I numeri non sono dalla nostra parte ma sono indicativi. Dobbiamo essere più bravi ad accorciare, a partire dagli esterni e dai mediani. Ci sono tanti aspetti da migliorare. Sono dei discorsi sulla lavagna che però si devono trasferire sul campo. Abbiamo fatto continuamente analisi sulla capacità di lavorare meglio negli ultimi nostri 30 metri. Però siamo una delle migliori squadre per recupero palla”.

Cagliari, Di Francesco: “Sampdoria? Non ho sete di vendetta. Ranieri è un signore”.

Infine mister Di Francesco, vista l’esperienza negativa dello scorso anno con la Sampdoria, esprime le sue sensazioni sulla gara di domani : “Penso solo al Cagliari, non ho assolutamente sete di vendetta. Voglio portare a casa la vittoria passando attraverso la prestazione, di stare bene in partita e di fare meno errori difensivi”.

Su Ranieri: “Non posso che parlare bene di mister Ranieri, è un signore, sia come allenatore che come uomo. Ricambio i suoi complimenti, è un vecchio allenatore moderno. Siamo diversi ma cerchiamo entrambi di emozionare i nostri tifosi. La Samp viene da quattro risultati utili consecutivi: è una squadra compatta che rispecchia il suo allenatore. Somiglia un po’ al suo Leicester. È brava ad andare sugli esterni, quello che mi piace è che dà la sensazione di essere una squadra solida. È quello che vorrei anche dal Cagliari”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui