Calciomercato Arsenal: Isak l’uomo Champions di Arteta

0

Con un pizzico di fortuna e costanza in più l’Arsenal capitanato in panchina dal tecnico spagnolo Mikel Arteta avrebbe potuto raggiungere traguardi ben più importanti e, soprattutto, storici nell’attuale stagione calcistica 2023/24 ormai agli sgoccioli: di fatto, il secondo posto in Premier League e l’eliminazione ai quarti di finale di Champions League per mano del Bayern Monaco hanno lasciato il popolo dei Gunners con l’amaro in bocca, anche visto e considerato che, probabilmente, con una prima punta di ruolo sempre disponibile gli inglesi si sarebbero potuti spingere ben oltre, motivo per il quale ora la società starebbe pensando al nome di Alexander Isak in vista della sessione estiva di calciomercato alle porte. Le cifre richieste dal Newcastle, tuttavia, sembrerebbero davvero proibitive.

Calciomercato Arsenal: richiesta monstre per il cartellino di Isak

Non sarà certamente un calciomercato nel quale ci si annoierà quello che tra circa un mese prenderà ufficialmente piede nel mondo del calcio internazionale: l’Arsenal, come molti club in Europa, vorrebbe arricchire il proprio parco attaccanti con l’innesto di un bomber d’area di rigore capace di aumentare le mire espansionistiche della società in tutte le competizioni, a fare al caso del tecnico Arteta sarebbe lo svedese Alexander Isak, attualmente rinforzo del Newcastle che ha fatto registrare in stagione numeri mozzafiato. Stando a quanto riportato da Sport Mediaset, i Gunners avrebbero fatto richiesta ai bianconeri per il cartellino del classe 1999.

La contro-risposta, però, non sembrerebbe aver dato molte di chance di movimento alla società londinese. Per riuscire ad accaparrarsi il gioiello in maglia numero 14 l’Arsenal dovrebbe considerare una spesa di almeno 200 milioni di sterline. Varrebbe a dire circa 230 milioni di euro. Considerato uno dei talenti più in forma della Premier League e, in generale, del panorama europeo, Isak ha arricchito ulteriormente in proprio valore nell’ultima stagione. Quella appena conclusasi. La prima punta con la casacca del Newcastle ha realizzato un bottino di 21 reti e 2 assist in campionato. Il tutto nelle trenta presenza inanellate.

L’assenza di un vero e proprio bomber d’area di rigore ha condizionato i risultati, comunque ottimi, dell’Arsenal. Compromettendone, se possibile, il raggiungimento di obiettivi davvero pregiati. Avere la possibilità di contare su un attaccante puro come Isak in vista della stagione 2024/25 darebbe un ulteriore boost ai Gunners. L’obiettivo di tornare grandi in Champions League è solamente iniziato. Non sarà semplice, dunque, accontentare le richieste molto onerose dei bianconeri. Ma, d’altronde, in Inghilterra hanno spesso abituato a sostenere cifre di questa caratura. Perciò non sarebbe impossibile immaginare che la trattativa possa andare avanti.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui