Caos Barcellona, dopo Messi potrebbe partire anche Aguero

0
Caos Barcellona, dopo Messi potrebbe partire anche Aguero

Il mancato rinnovo di Messi col Barcellona ha scatenato una vera è propria tempesta: siamo già al punto che anche Aguero si sta guardando intorno per decidere del proprio futuro.

Andiamo però con ordine. Il Kun Aguero il 31 maggio 2021, dopo 10 anni con la maglia del Manchester City, viene ingaggiato a parametro 0 dal Barcellona. La punta argentina firma un biennale, con clausola rescissoria a 100 milioni, con il club catalano ed è convinto che giocherà con Messi. Non a caso le sue prime parole riguardano proprio l’ex numero 10 blaugrana. Auguero in particolare dirà: Speriamo di giocare insieme. E’ una decisione che spetta a lui, sarebbe un piacere e un orgoglio giocare insieme. Ci conosciamo abbastanza bene e credo che alla fine resterà“.

A poco più di due mesi da queste dichiarazioni è cambiato tutto ed alla fine Messi non è rimasto a Barcellona. Situazione, questa, che avrebbe scosso e non poco il connazionale della “pulce” che starebbe cercando già di cambiare aria.

Barcellona, Aguero non resta senza Messi

La situazione sembra essere precipitata fin da subito. Infatti secondo il TNT Sports, il Kun Aguero avrebbe preso più male del previsto questa decisione del suo connazionale. Il motivo sarebbe da rintracciarsi nel fatto che l’attaccante avrebbe accettato di lasciare l’Inghilterra, e di ridursi l’ingaggio, perché convinto di giocare con il suo amico Lionel Messi.

Aguero Caos Barcellona, dopo Messi potrebbe partire anche Aguero

Questo malumore con il passare del tempo non è passato ma, anzi, è peggiorato. Nel pomeriggio infatti Aguero avrebbe dato il mandato ai suoi legali di analizzare il contratto che lo lega con il Barcellona con lo scopo di trovare qualche “cavillo” che lo liberi anzitempo. 

Se questa situazione dovesse svilupparsi e concludersi positivamente a favore dell’ex Manchester City, il Barcellona oltre al danno, come si suol dire, avrebbe anche la beffa. Uno scenario simile manderebbe ancora più in confusione il club spagnolo che si troverebbe a fronteggiare, nel giro di pochi giorni, la perdita del più grande giocatore degli ultimi anni e di un top palyer dalle qualità indiscusse. 

Quale futuro per l’attacco blaugrana? Chi prenderà il posto di Messi?

Ad oggi è impossibile pronosticare qualsiasi scenario per il futuro del Barcellona e più in particolare per l’attacco degli spagnoli. Il club spagnolo, come dichiarato dallo stesso Laporta, si trova a dover fronteggiare un periodo di profonda crisi economica ed è quindi improbabile che arrivi un colpo ad effetto per sopperire a questa partenza. 

Oltre al Kun Aguero, che sta studiando i possibili scenari per abbandonare la nave, la pesante eredità di Messi potrebbe essere raccolta da Depay.

memphis-depay-olympique-lyonnais-11022019_cdiwsecruhxg131rv0l23pifx Caos Barcellona, dopo Messi potrebbe partire anche Aguero

L’attaccante olandese, dopo l’esperienza altalenante al Manchester United, si è consacrato con la maglia del Lione ed ha la personalità adatta per portare sulle spalle un peso simile.

L’altro attaccante di spessore in rosa è Antoine Griezmann. Il francese, fino a poco fa molto vicino ad un ritorno all’Atletico, con l’evolversi di questa situazione è diventato imprescindibile per l’attacco del Barcellona. Ma “le petit dible” è un calciatore diverso da Messi, sia per caratteristiche tecniche che per personalità.

Se non fossero loro gli eredi designati dell’argentino allora si dovrebbe buttare l’occhio sui prodotti della “cantera”. I prodotti più noti usciti dalle giovanili del Barcellona sono Pedri ed Ansu Fati. Se il secondo somiglia più a Messi per il posizionamento in campo, il primo potrebbe diventare il “nuovo 10” per caratteristiche diverse. Il giovane centrocampista, classe 2002, infatti ha personalità e classe da vendere. Pedri è riuscito ad imporsi fin da subito nella rosa del Barcellona e, al suo primo anno con la maglia blaugrana, ha collezionato la bellezza di 71 presenze tra club e nazionale (maggiore, under 21 e spedizione olimpica).

Un buon curriculum da tenere d’occhio per il Barcellona che verrà e che cerca un nuovo uomo immagine.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui