Carlos Tevez annuncia l’addio al calcio: il ritiro dopo una carriera gloriosa

0
Carlos Tevez annuncia l’addio al calcio: il ritiro dopo una carriera gloriosa

Carlos Tevez annuncia l’addio al calcio. Dopo una gloriosa e vincente carriera, l’Apache appende gli scarpini al chiodo all’età di 38 anni. Ecco i motivi che hanno spinto il fuoriclasse argentino a prendere questa decisione davanti ai microfoni di America TV: “Posso confermare di essere in pensione. Non giocherò più perché ho perso il mio più grande tifoso (il padre adottivo, ndr) e con lui tutti gli stimoli per continuare. Adesso voglio solo godermi la vita, la mia famiglia e pensare ai miei affari. Ho avuto tante offerte in questi mesi, ma ci sono stati dei cambiamenti importanti nella mia famiglia. Sento di aver dato tutto quello che avevo da giocatore e per questo oggi sono più che sereno”. 

Dopo aver dato l’annuncio, nell’aria ormai da diverso tempo, l’ex Boca Juniors ha parlato anche di cosa si aspetta per il futuro: “Alla fine della stagione 2020-21 mi sono detto che non avrei più giocato. Ho così chiamato il mio agente e poi Riquelme (vicepresidente del Boca, ndr) per comunicare la mia decisione e organizzare una conferenza stampa. Adesso il mio sogno e obiettivo è quello di diventare allenatore”.  

La carriera di Carlos Tevez: una grande quantità di gol e di trofei

Boca Juniors, Corinthias, West Ham, Manchester United, Manchester City, Juventus, Shanghai Shenhua e di nuovo Boca, ovunque è andato l’argentino ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi. Cresciuto nelle giovanili dell’All Boys, Tevez in 746 presenze totali nella sua carriera è stato capace di mettere a segno ben 309 gol. Numeri da capogiro che lo rendono uno degli attaccanti più forti dell’ultimo decennio. Per non parlare dei tantissimi trofei alzati al cielo. L’Apache può contare nel suo palmarès ben 24 coppe.

  • 4 Campionati argentini
  • 1 Campionato brasiliano
  • 3 Premier League
  • 2 Community Shield
  • 1 Coppa di Lega inglese
  • 1 FA Cup
  • 1 Supercoppa Italiana
  • 1 Coppa Italia
  • 2 Serie A
  • 1 Coppa d’Argentina
  • 1 Supercoppa Argentina
  • 1 Coppa Diego Armando Maradona
  • 1 Coppa Libertadores
  • 1 Coppa Sudamericana
  • 1 Champions League
  • 2 Mondiali per Club

A questi importanti riconoscimenti non si può non aggiungere anche la vittoria del Campionato sudamericano under 20 con l’Argentina, e l’oro olimpico guadagnato ad Atene alle Olimpiadi del 2004.

L’avventura alla Juventus

Fortunatamente, qualche anno fa abbiamo avuto la possibilità di ammirare Carlos Tevez nel nostro campionato. Con indosso la maglia bianconera, l’ex Manchester United ha totalizzato 50 reti in 96 partite disputate trascinando i suoi fino alla finale di Champions persa poi contro il Barcellona. Arrivato a Torino nel giugno 2013, Tevez è diventato sin da subito uno dei leader tecnici e carismatici della squadra. In una rosa con campioni del calibro di Buffon, Chiellini, Barzagli, Marchisio, Pogba e non solo, il centravanti classe ’84 si è subito riscattato dopo la parentesi negativa al Manchester City.

Carlos-Tevez Carlos Tevez annuncia l'addio al calcio: il ritiro dopo una carriera gloriosa

Al suo arrivo sotto la Mole, all’argentino è stata affidata la maglia numero 10. Una maglia importante che fino a qualche anno prima, era stata indossata dall’eterno capitano della Juventus Alessandro Del Piero. Nonostante le pressioni e le responsabilità nell’avere dietro la schiena un numero così prestigioso, Tevez ha dimostrato di meritarselo nel biennio passato in Italia. Ancora oggi, infatti, viene considerato dai tifosi juventini il più grande numero 10 dopo l’addio di Del Piero. Nonostante i suoi successori Pogba e Dybala abbiano fatto benissimo con indosso questo numero, Tevez ha dimostrato di meritarselo non solo per i gol messi a segno, ma anche per la grinta, la determinazione e il carisma che lo contraddistingueva dagli altri. Nonostante i soli due anni passati, si può dire che l’avventura con la Juventus sia stata quella più gratificante per l’Apache. Gli sono bastate solo due stagioni per entrare nel cuore dei tifosi e soprattutto nella storia della Vecchia Signora.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui