Casale, il Verona ha il difensore del futuro

0

Nicolò Casale e Verona, un innamoramento a prima vista. Questo ha detto il campo nella città di Romeo e Giulietta, col difensore centrale che si è conquistato a suon di prestazione la linea difensiva scaligera.

Casale-Verona, da riserva a titolare fisso

Già Eusebio Di Francesco lo aveva inserito nelle rotazioni, intravedendo in lui un potenziale importante, dopo aver girovagato l’Italia in prestito. Già, perché Casale è un Primavera veronese, passato in vari club a farsi le ossa. Con l’arrivo di Igor Tudor, tuttavia, si è imposto definitivamente come difensore titolare, garantendo solidità e rigidità al reparto. Oltre a un assist: d’altro canto, può disimpegnarsi anche come terzino destro e mediano. Anche se esprime al meglio la sua fisicità al centro delle prime linee.

Proprio del fisico Casale fa un punto forte: alto 191 cm, è abile nel gioco aereo, nel senso della posizione e dell’anticipo. Ottimo anche il controllo di palla, specialmente con il destro, suo piede preferito. Decisione e rapidità nelle chiusure hanno fatto la fortuna della difesa dell’Hellas, che può garantire buoni numeri dietro nonostante un gioco difensivo e all’attacco. Una cerniera difficilmente perforabile.

Casale, il Verona ha il difensore del futuro

La storia di Casale: giro d’Italia

Nicolò Casale nasce a Negrar, un piccolo comune della provincia di Verona, il 14 febbraio del 1998: vicino alla città dell’amore nel giorno di San Valentino. Nato in una famiglia di sportivi, è grazie al nonno che decide di dedicarsi al pallone. “Lui mi ha sempre incoraggiato. Anche a Genova (dove ha realizzato l’assist, N.D.R.) ho parlato con lui guardando il cielo. Mi manca“. Compie tutta la trafila delle giovanili in gialloblu e, come gran parte dei giovani da svezzare, intraprende una serie di prestiti. Il primo, nel 2017/2018, è al Perugia, dove però racimola solamente un’apparizione. Il 2018 ed è già tempo di partire di nuovo, in Serie C al Prato, dove mette da parte 15 gettoni. Termina la stagione e nel 2018/2019 è diretto al Sudtirol, imponendosi finalmente come titolare: 34 presenze. 

Una nuova annata ed è ancora il momento di un trasferimento a titolo temporaneo, riavvicinandosi a casa, al Venezia. 20 presenze senza lasciare particolarmente il segno. La svolta, però, sta per arrivare. Il momento di ripartire per il prestito a Empoli, dove lo accoglie il promettente allenatore Alessio Dionisi. L’attuale tecnico del Sassuolo crede in lui e gli concede 24 apparizioni, firmando anche la prima rete tra i professionisti. I toscani tornano in Serie A e può festeggiare il titolo di Serie B, accendendo i primi riflettori su di lui. Il resto, come sappiamo, è storia nota. 

Casale, il Verona ha il difensore del futuro

Un calciomercato movimentato

Un questa sessione di calciomercato invernale si è scatenato un vero via vai di contatti. Ci ha pensato la Lazio, per affrontare l’infortunio di Acerbi, che poi ha recuperato in tempi relativamente brevi. Ci ha provato il Milan, alla ricerca di un difensore per la sanguinosa perdita di Kjaer. Alla fine, i rossoneri sono rimasti con il giovane Pierre Kalulu adattato a difensore centrale. Con risultati più che ottimali. Addirittura il Napoli si è fatto tentare, salvo poi decidere di puntare su Tuanzebe.  Tuttavia, non è escluso che qualche big in estate possa tornare alla carica, magari gli stessi biancocelesti, per far fronte al probabile addio di Luiz Felipe

Secondo Transfermarkt, il valore di Casale si attesta intorno ai 4 milioni di euro. Difficile, tuttavia, pensare che la società scaligera si accontenterà, dato che a gennaio è stato valutato tra i 5 e gli 8. Inoltre, se le buone performance dovessero confermarsi, non è esclusa una doppia cifra per il suo cartellino. 

Comunque vada, siamo sicuri che Casale rappresenterà una bella realtà per i prossimi anni. In attesa di una grande chiamata.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui