Caso Suarez, il calciatore: “Avevo un pre-contratto con la Juve”

0
Caso Suarez, il calciatore: “Avevo un pre-contratto con la Juve”

Si arricchisce di nuovi dettagli il caso Suarez, il calciatore infatti ha dichiarato:”Avevo un pre-contratto con la Juve”. Una frase che svela nuovi retroscena rilasciata durante l’interrogatorio con i magistrati perugini dall’ex Barcellona, come persona informata dei fatti.

Caso Suarez, il calciatore: “Avevo un pre-contratto con la Juve”

Nella ricostruzione dell’interrogatorio fatta dal Corriere dell’Umbria, il calciatore dell’Atletico Madrid avrebbe ammesso che già tra il 28-29 agosto era stato siglato un preliminare di contratto con la Juve per il suo passaggio in bianconero. Quanto invece alla fine dei rapporti con la Juventus, è emerso che attorno al 14 settembre i bianconeri hanno fermato i contatti. Infatti lui e il suo entourage hanno ricevuto una telefonata da Fabio Paratici che gli diceva che non se ne sarebbe più fatto nulla del suo passaggio al club di Torino. Lo stesso Suarez quindi ha ammesso che il suo passaggio alla Juventus si poteva concretizzare.

L’esame “farsa”

Durante un’altra fase dell’interrogatorio, l’ex Barcellona ha fatto chiarezza sull’esame che ha sostenuto all’Università di Perugia. Il calciatore ha ammesso di aver ricevuto una email dalla professoressa Stefania Spina, con degli esercizi di lingua molto simili a quelle che potevano essere le domande che poi gli hanno fatto all’esame.

L’intrigo di mercato

Le intercettazioni estive stanno diventando sempre più di dominio pubblico. Infatti come riporta la Gazzetta dello Sport, colpisce una discussione tra la professoressa Spina e suo marito. La docente, grande tifosa juventina, si dichiara sotto shock perché Suarez le ha fatto intendere che firmerà per un’altra squadra e non per i bianconeri. La professoressa rivela inoltre un piano di Paratici per portare l’attaccante a gennaio a Torino. Di seguito le sue parole sulla conversazione con Luis Suarez: “Mi ha detto che Paratici lo ha chiamato stamattina e gli ha detto che per fare la cittadinanza ci vuole un mese. Che la Juventus si accorga oggi che per fare la cittadinanza ci vuole un mese. Mi sembra poco credibile e quindi Paratici gli ha proposto di aspettare sei mesi e poi di rientrare in Champions tra sei mesi. Lui però vuole giocare la Champions perché ha 33 anni e ha detto che forse cerca un’altra squadra”. Una situazione complicata, risolta dall’arrivo dell’Atletico Madrid.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui