Catania FC, Cristiano Lucarelli è il nuovo allenatore

0
Catania FC, Cristiano Lucarelli è il nuovo allenatore

Dopo l’esonero di Luca Tabbiani, e la panchina affidata momentaneamente a Michele Zeoli, il Catania ha ufficializzato in conferenza stampa di aver scelto come nuovo allenatore Cristiano Lucarelli. Il tecnico di Livorno ritorna in terra sicula per la terza volta dopo le due stagioni in Serie C del 2017-2018 e del 2019-2020.

398594341_328646866597736_6176249246481763376_n Catania FC, Cristiano Lucarelli è il nuovo allenatore
Credit, Catania FC

Lucarelli: “Ho voluto il Catania”

Cristiano Lucarelli, nuovo allenatore del Catania, si presenta in sala stampa accompagnato dal vice presidente Vincenzo Grella. Queste le sue dichiarazioni.

“Io vi ringrazio per questa terza presentazione, ormai ci conosciamo tutti. È stato tutto abbastanza improvviso e veloce grazie a questa nuova regola sugli allenatori. Mi è piaciuto ciò che ha detto Grella e ci è voluto poco per entrare in sintonia. Sembra che ci conosciamo da una vita. Ho percepito la forza economica di questa società, ma ne ho apprezzato il fatto di non avere l’anello al naso. Quando arriva una proprietà straniera gli squali si moltiplicano. È un po’ la storia di tutte le proprietà neofite del calcio. Ho la sensazione di una società solida. Hanno ben chiaro il loro progetto. Ho fatto questa scelta di scendere di categoria. Mi ero promesso di ritornare, non così velocemente ma viste le vicissitudini questa cosa è stata più rapida. Nelle parole di Vincenzo, ho sentito la certezza di raggiungere questo obiettivo. Il mio non è un ruolo facile, ma questa piazza non è per tutti. Non si deve conoscere solo il campo, ma sapere di essere sempre condannati a vincere. Spero che questa volta farò in modo di agguantare questa Serie B, ma sono convinto di riuscirci.” 

400061505_328839886578434_3958170028111893731_n Catania FC, Cristiano Lucarelli è il nuovo allenatore
Cristiano Lucarelli, credit Catania Fc

Lucarelli: “Catania non è per tutti”

“Questa piazza non è per tutti. Per stare qui bisogna avere determinate caratteristiche, serve il groppone e la consapevolezza di chiamarsi Catania. Questa maglia ha un peso specifico diverso rispetto alle altre di Serie C, è una maglia che pesa un quintale, per il bacino d’utenza, per la storia che ha. Alcuni ragazzi che vengono magari da piazze un po’ più piccole hanno bisogno di imparare a sopportare questo peso.”

“Questa squadra ha dei valori. La ex mia società (la Ternana) ha trattato alcuni giocatori presenti in rosa ed è una sorpresa non vederli giocare in Serie C. Il mio obiettivo è fare più punti possibili, chiedendo un grande supporto al nostro ambiente. Dobbiamo lavorare sulla testa. È evidente che questi giocatori sanno giocare a calcio. Dobbiamo sbloccarci solo mentalmente. Bisogna fare un filotto e riacquistare quella stima e quella fiducia che serve. Più che scarsa condizione atletica, il problema è legato alla mancanza di risultati.”

Aggiunge, sorridendo di voler la collaborazione della tifoseria: “Ai tifosi chiedo un aiuto almeno fino a Natale, nessuna squadra viene contestata dopo una vittoria. Però non sono un mago, ho bisogno di tempo e del sostegno dalla nostra gente per sistemare le cose. Il mio augurio è che possano aiutarci a fare punti da qui a Natale.”

“Questa squadra potrà dare grandi risultati”

“Per far rendere la squadra devo lavorare. Intanto dobbiamo recuperare gli infortunati, mi piacerebbe avere i ragazzi al completo. Le soluzioni si trovano. È una squadra che da parecchie soluzioni dal punto di vista tattico. Cercheremo di capire se quello che abbiamo fatto può essere appreso subito o un po’ più conservativi per la questa partita. Ci sono dei giocatori che noi abbiamo trattato per la Serie B e vederli fuori sorprende. Chiricò? Avrà lo stesso ruolo ma devo lavorare con lui per migliorare delle situazioni di gioco.”

Poi si parla anche dell’ex mister Tabbiani: “È un allenatore interessante che ha fatto buone cose. Però tutte le belle idee devono essere accompagnate dai risultati. Ma è un allenatore tattico e ho trovato una squadra molto ricettiva. La condizione atletica essendo arrivato oggi a mezzogiorno non ho avuto la possibilità di accedere a tutti i dati sugli allenamenti e sulle prestazioni domenicali. Però sono convinto che questa squadra possa rendere già da subito.”

“Da oggi in poi se c’è qualcuno che non ci crede, non perdo tempo e io faccio altre scelte. Se qualcuno ha bisogno di aiuto perché non regge Catania lo posso aiutare. Però io ho bisogno di guerrieri. In questo momento servono questo tipo di giocatori. Cosa porto? Ho traslocato stamattina (ride). Porto la voglia di chiudere il cerchio in questa piazza, per me Catania non è uguale alle altre. Dentro di me ho un sogno. Ma cosa fai per realizzare questo sogno? Se penso che un giorno potrei sentire i tre fischi dell’arbitro che decretano la promozione in B del Catania mi viene la pelle d’oca.”

399711991_328840173245072_7674376043047601531_n Catania FC, Cristiano Lucarelli è il nuovo allenatore
Vincenzo Grella, credit Catania Fc

Grella: “Io ci credo ancora”

“Do il benvenuto a Cristiano Lucarelli. Voglio ringraziare Michele Zeoli che ha preso la squadra in un momento non semplice. Lo ringrazio per il lavoro svolto. Non è stata una decisione semplice. Quando abbiamo capito che potevamo fare una chiacchierata con Cristiano, dopo 5 minuti ci siamo trovati a nostro agio. Insieme al presidente Pelligra e a Mark bresciano abbiamo lavorato insieme per trovare una soluzione. Lui sa la stima che ho nei suoi confronti, non ha un ruolo facile. Questa sua fame mi ha colpito. Il nostro progetto va avanti, ed è sempre in movimento. Io ci credo ancora.” 

“Lucarelli non è un semplice mister, ma un manager. È in linea col nostro progetto, ha personalità per creare entusiasmo. La scelta di Tabbiani era legata ad un certo tipo di proposta. In queste settimane abbiamo discusso su che direzione andare, Cristiano assomiglia in tanti valori che vuole il club. Ha personalità. Viene con l’intenzione di crescere insieme a noi.”

Vincenzo Grella parla anche dell’esonero di Antonello Laneri e del rapporto che ha creato con lui durante la loro collaborazione:

“Ho un ricordo che non posso dimenticare di Antonello Laneri. Ho iniziato questa avventura con lui senza un foglio e senza una penna girando per qualche hotel. Il mio rapporto personale con lui non potrà mai cambiare. Poi ho un ruolo con molte responsabilità. Chi lavora con me ha buona libertà di fare il suo mestiere seguendo la linea della società ed è responsabile di quello che fa. In certe situazioni non eravamo d’accordo. Quando abbiamo deciso di esonerare Tabbiani, abbiamo deciso anche di cambiare il ruolo del DS. Oggi ci sono tante opportunità sul mercato, ma noi vediamo nella figura di mister Lucarelli che può crescere anche in questo ruolo. È un lavoro difficile. Ma sono convinto che la sua conoscenza di calcio, noi due possiamo fare un grande lavoro insieme. Se lui cresce in questo ruolo avrà un’impronta forte nel club.”

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui