Champions femminile, Roma-Ajax (3-0): apoteosi giallorossa

0

La Roma femminile archivia la seconda giornata di Champions League con una meravigliosa vittoria casalinga contro l’Ajax. Al “Tre Fontane”, le giallorosse s’impongono per 3-0 grazie alla doppietta di Giacinti nel primo tempo e alla rete di Giugliano ad inizio ripresa. Questo successo sulle olandesi lancia le capitoline in una situazione di classifica particolarmente promettente, ma soprattutto certifica il loro straordinario stato di salute. Andiamo a ripercorrere le tappe e i fattori del trionfo delle campionesse d’Italia attraverso il nostro racconto del match.

Roma femminile-Ajax: una prova che sa di maturità

Spugna decide di affrontare l’Ajax con la medesima formazione schierata a Monaco di Baviera, con l’unica eccezione di Bartoli che, ristabilita la forma ottimale, ritrova il posto da titolare, a danno di Aigbogun, e la fascia di capitano della Roma femminile. 

La squadra di casa parte in maniera eccellente e per tutta la metà del primo tempo si rende protagonista di una prova di grande maturità e tenuta mentale. La Roma aggredisce la partita senza mai mollare e grazie a questa tenacia riesce a costruire un preziosissimo doppio vantaggio entro il quarto d’ora di gioco. Haavi è come al solito scatenata sulla fascia sinistra: quando la norvegese parte palla al piede, punta e salta le avversarie con stordente facilità. Una vera spina nel fianco costante, arginabile esclusivamente usando le maniere forti

Il dominio giallorosso è totale e rifulge nella zona nevralgica del campo, dove su tutte svetta Giugliano. Con personalità e qualità, la centrocampista classe 1997 detta legge, ripulendo palloni e illuminando il gioco con le sue panoramiche aperture per sorprendere una retroguardia molto approssimativa come quella olandese. 

La serata del “Tre Fontane”, poi, restituisce alle capitoline una Giacinti famelica, che si sblocca in Champions e ritrova il gol dopo un mese esatto di digiuno. L’ex Milan si rifà con gli interessi, segnando una doppietta con la complicità di Van Eijk, incappata in una serata a dir poco orripilante. Al minuto 5′, il portiere ospite smanaccia in maniera troppo incerta un traversone da calcio d’angolo. Sul secondo palo, l’attaccante bergamasca colpisce di controbalzo, insaccando il pallone sotto la traversa.

Champions femminile, Roma-Ajax (3-0): apoteosi giallorossa
La coordinazione di Valentina Giacinti, il cui ammirabile gesto tecnico vale il gol del vantaggio per la Roma.

Neanche 10 minuti dopo, la numero 9 approfitta di una sanguinosa gestione del pallone tra l’estremo difensore e Kardinaal nei pressi dell’area piccola per realizzare un facilissimo tap-in.

Qualche segnale di allerta

Il folgorante avvio di gara della Roma femminile viene consolidato anche grazie alla tenuta difensiva nelle rare occasioni in cui l’Ajax si è vista davanti. Fino al 25′, gli unici squilli delle ospiti giungono da situazioni di palla inattiva. In due occasioni, Ceasar risponde presente con delle parate tanto belle quanto determinanti per mantenere immacolato il vantaggio. La prima, sul punteggio di 1-0, con sfoggio di riflessi felini. L’altra, al minuto 22, con un’attenta respinta per allontanare la traiettoria arcuata e beffarda dell’esecuzione dallo specchio della porta. 

Sebbene le ospiti fatichino a produrre con continuità una parvenza di gioco qualitativo, costellato piuttosto di una disastrosa costruzione dal basso, è indubbio che nella seconda metà della prima frazione comincino quanto meno a guadagnare campo. La Roma, deliziosa fino a quel momento, appare rifiatare. Calano l’intensità della pressione e il mordente, la squadra perde un po’ di distanze e concede qualche spazio di troppo. Ciò nonostante, le ragazze di Bakker non sfondano. Al netto di qualche disattenzione, le giallorosse resistono, sorrette dalle parate del proprio portiere e dalle coperture in seconda battuta. 

Roma femminile-Ajax: una ripresa a senso unico

Conscia di non poter concedere alcuno spiraglio all’Ajax di rientrare in gara, la Roma femminile torna a macinare gioco nel secondo tempo, assestando subito il colpo del definitivo ko. L’input non può che provenire ancora una volta da Haavi.

Spostata sulla fascia destra negli ultimi minuti prima dell’intervallo, anche da questa parte la norvegese è letteralmente devastante. A farne le spese è la povera Werden, che al minuto 47 la vede scappare via a tutta velocità per poi mettere dentro un interessantissimo traversone. Sullo stesso si avventa, in totale libertà, la centravanti sussidiaria della squadra di Spugna. Si tratta di Manuela Giugliano, che con una conclusione al volo nel cuore dell’area va a segno per la quinta partita consecutiva tra campionato e Champions.

Champions femminile, Roma-Ajax (3-0): apoteosi giallorossa

Davanti di 3 gol, la Roma interpreta nel migliore dei modi l’andamento della partita. L’Ajax è sempre più caotica e disordinata: dietro concede tantissimo spazio, tenendo sempre la difesa altissima, mentre la fase offensiva è piuttosto sterile. Non a caso, Ceasar passa una ripresa decisamente più tranquilla. L’unico brivido arriva al 67′, quando Keukelaar centra in pieno la traversa da ottima posizione, rubando palla dopo un brutto disimpegno delle capitoline. Al netto di questo pericolo, le giallorosse lasciano l’iniziativa alle olandesi, attendendole con grande organizzazione per poi ripartire con verticalizzazioni immediate.

Una tattica che si accentua ancora di più dopo gli ingressi di Greggi, per aggiungere anche quantità e corsa a centrocampo, Serturini e Glionna. Spugna si gioca gli ultimi 20 minuti con due ali veloci, tecniche, fresche e soprattutto vogliose di far bene per scalare gerarchie e guadagnare minutaggio. Il 3-0 rimane però l’atto conclusivo di questo Roma femminile-Ajax, con le giallorosse che possono godersi i 3 punti, un successo magnifico e meritatissimo e, dulcis in fundo, uno score stagionale incolume, che non conosce ancora sconfitte.

Una classifica allettante per la Roma femminile dopo la vittoria sull’Ajax

Grazie a questo trionfo sull’Ajax, la Roma femminile sale a quota 4 punti dopo due giornate di Champions League. Le giallorosse guidano il Gruppo C a parimerito col Bayern Monaco, rispetto al quale, però, vantano una migliore differenza reti in virtù di un attacco più prolifico. Seguono poi proprio le olandesi a quota 3. Fanalino di coda, in maniera piuttosto sorprendente, il PSG, prossimo avversario delle campionesse d’Italia, ancora fermo a 0.

Anche se è troppo presto, al momento la situazione è alquanto promettente per le ragazze di Spugna. Il cammino è ancora molto lungo e tortuoso, sebbene le capitoline lo stiano affrontando al meglio delle proprie possibilità e anche oltre. La stessa vittoria di questa sera lascia delle tracce significative che non si possono ignorare. Il successo attraverso una prova di maturità dimostra che la Roma è sempre più vicina a diventare una realtà solida a livello internazionale. Va limato ancora qualche dettaglio, come la gestione di alcuni momenti della partita e la consapevolezza di dover tenere concentrazione, attenzione e determinazione a livelli massimi per tutti i 90 minuti. Solo così la squadra giallorossa potrà rimanere competitiva per affrontare i prossimi impegni e mantenere vivo il sogno qualificazione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui