Champions, Lewandowski punta il record di gol di CR7

0

Sono numeri da urlo quelli relativi alla stagione 2019/2020 di Robert Lewandowski, vero mattatore del Bayern Monaco di Hans Flick e ora alla ricerca del record di gol in una singola edizione della Champions League. Con il gol dello 0-3 al Lione in semifinale, il bomber polacco ha raggiunto quota 15 reti in questa edizione del massimo torneo continentale, segnando in tutte le nove gare in cui ha giocato. Solo all’ultima giornata della fase a gironi contro il Tottenham non è sceso in campo. Notevole il contributo dell’attaccante polacco alle dieci vittorie in altrettante gare di Champions dei bavaresi, che hanno eguagliato il record del Milan 1992/93 e segnato almeno due gol in tutte le partite. Il Bayern di questa stagione è anche a un passo dal record di gol in una singola edizione della vecchia Coppa dei Campioni. Sono 42 le reti siglate dai bavaresi quest’anno, meglio ha fatto solo il Barcellona nel 2000 con 45 gol.

Domenica sera al “Da Luz”, Lewandowski cercherà di eguagliare e, perché no, superare il record di gol in una singola annata di Champions League. Parliamo di Cristiano Ronaldo, che nella stagione 2013/14 con la maglia del Real Madrid siglò 17 gol e toccando quota 15 in altre due edizioni.

I numeri di Lewandowski: solo Gerd Müller meglio del polacco in Bundesliga

Il bomber polacco ha trascinato il Bayern Monaco alla conquista dell’ottavo titolo consecutivo in Bundesliga, chiudendo la stagione da capocannoniere del campionato con 34 gol in 31 partite. Per la terza stagione consecutiva, Lewa è il re dei marcatori nel massimo campionato tedesco: ci era riuscito l’anno scorso con 22 reti e due stagioni fa con 29. Se consideriamo anche la stagione 2015/16, in cui l’attaccante polacco è stato capocannoniere con 30 reti, e l’annata 2013/14 (20 gol con la maglia del Borussia Dortmund), sono cinque le edizioni della Bundesliga in cui Lewandowski ha conquistato la vetta dei marcatori. Solo un gigante del calcio tedesco come Gerd Müller ha fatto meglio, chiudendo una stagione da capocannoniere per sette volte.

Inoltre, negli ultimi 48 anni nessuno ha segnato più di 34 gol in una stagione di Bundesliga. L’ultimo a riuscirci, con lo stesso numero di reti, era stato Dieter Müller con la maglia del Colonia nella stagione 1976/77. Solo Gerd Müller è riuscito a fare meglio per tre volte segnando in una sola annata 36, 38 e 40 gol.

Niente Scarpa d’Oro, ma Lewa attende la prima Champions in carriera

Numeri straordinari in patria e non solo, perché il bomber polacco si conferma implacabile anche a livello continentale. Lewandowski è infatti quarto nella classifica all-time dei giocatori con il maggior numero di reti in Champions League alle spalle di Raul, Messi e Ronaldo. In questa edizione della coppa dalle grandi orecchie, inoltre, Lewa ha già stabilito un record assieme al compagno di squadra Gnabry. In due hanno segnato 24 gol (9 il tedesco): mai nella storia della Champions League due giocatori della stessa squadra avevano segnato più reti. Battuto il record di Bale e Ronaldo, che nella stagione 2013/2014 avevano messo insieme 23 gol.

In totale, aggiungendo i sei gol in coppa di Germania, Lewa ha siglato la bellezza di 55 reti nelle 46 gare disputate in questa stagione. Il bottino di reti in campionato non gli ha garantito la conquista della Scarpa d’Oro, strappatagli dal nostro Ciro Immobile miglior marcatore dell’ultima Serie A con 36 gol.

Domenica sera, nella finalissima di Lisbona contro il Paris Saint Germain, Lewandowski potrebbe ottenere anche di più. Lewa vuole infatti la prima Champions League in carriera, che significherebbe anche ‘Triplete’ per il Bayern. Quella coppa che al bomber polacco è sfuggita con la maglia del Borussia Dortmund nel 2013 proprio contro i bavaresi nella finale di Wembley.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui