Classifica marcatori Serie A: poco da dire

0
giudice sportivo serie a

Ultimo rush prima di tirare le somme, sebbene molte ipotesi possano ormai dirsi quasi concretizzate. L’Inter è in vetta con un netto distacco, la Salernitana è a una manciata di punti dalla retrocessione in Serie B. Pronti ad analizzare le varie situazioni, oggi ci si sofferma sulla classifica marcatori Serie A, che vede – tanto per cambiare – un giocatore nerazzurro in vetta. Segue il serbo dei bianconeri e chiude il podio il talento argentino in maglia giallorossa.

Serie A, classifica marcatori: Lautaro in vetta

Se la classifica di Serie A – dopo 29 giornate – appare chiara e bel dineata, lo stesso in realtà si può della lista per la sfida al miglior capocannoniere. Proprio come per la Serie B, anche la massima divisione italiana presenta un podio preciso, con Lautaro Martinez a comandare il gruppo. L’Inter è la prima squadra d’Italia in questo momento, con il miglior attaco (71 gol) e la miglior difesa (14 reti subite).

Andiamo a scoprire la classifica marcatori aggiornata:

  1. Lautaro Martinez: 23 gol
  2. Dusan Vlahovic: 15 gol
  3. Paulo Dybala: 12 gol
  4. Olivier Giroud: 12 gol
  5. Victor Osimhen: 11 gol
  6. Duvan Zapata: 10 gol
  7. Teun Koopmeiners: 10 gol
  8. Marcus Thuram: 10 gol
  9. Albert Gudmundsson: 10 gol
  10. Khvicha Kvaratskhelia: 10 gol
  11. Joshua Zirkzee: 10 gol
  12. Matias Soulé: 10 gol
  13. Romelu Lukaku: 10 gol

Continuando, si potrebbero visionare moltissimi calciatori a quota nove, ma sono ben 13 gli atleti che vantano la doppia cifra. Sono otto i sigilli che separano il Toro argentino dal serbo, con Dybala – e Giroud – a chiudere il terzetto.

Classifica marcatori Serie A: poco da dire

Da menzionare il grande rendimento di Gudmundsson e di tutto il Genoa, la buonissima prova di Zirkzee e la sorpresa Soulé in casa Frosinone. Tra le cosiddette “big” mancano all’appello Lazio e Fiorentina, con i biancocelesti che stanno facendo fatica ad emergente e la Viola che conta una gara in meno (da giocare contro l’Atalanta).

Rimangono però pochi dubbi su chi si porterà a casa il premio di miglior marcatore.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui