Classifica marcatori Serie A: sfida a tre

0

In piena corsa per il titolo di capocannoniere del campionato, la classifica marcatori Serie A vede la sfida a tre che coinvolge Immobile, Vlahovic e Simeone. Lazio, Fiorentina e Hellas Verona possono infatti contare sui propri “bomber”, in grado di risolvere partite complicate e portare a casa punti importantissimi. A inseguire il podio, più in basso, ci sono diversi calciatori che però non hanno ancora raggiunto la doppia cifra. Bene Atalanta e Inter che vantano ben due giocatori all’interno di questa speciale lista, a dimostrazione delle grandi capacità offensive delle due compagini lombarde.

Classifica marcatori Serie A: primi Vlahovic e Immobile

Dopo 16 gare, il verdetto dichiara Dusan Vlahovic primo in classifica, a pari merito con Ciro Immobile che, a sua volta, ha saltato per infortunio un paio di gare, mettendo in mostra gli evidenti limiti della Lazio di Maurizio Sarri.

A gran sorpresa, i giocatori di Milan e Napoli non ricoprono le prime posizioni, nonostante l’ottimo andamento in Serie A. Tra le big, la Juventus risulta essere la peggiore, dato che non ha un vero e proprio “bomber” e ha una media gol molto bassa, con appena 22 reti segnate in 16 gare.

Ecco allora la classifica marcatori:

  1. Dusan Vlahovic: 13 gol
  2. Ciro Immobile: 13 gol
  3. Giovanni Simeone: 11 gol
  4. Duvan Zapata: 9 gol
  5. Joao Pedro: 9 gol
  6. Lautaro Martinez: 8 gol
  7. Edin Dzeko: 8 gol
  8. Mario Pasalic: 8 gol
  9. Domenico Berardi: 7 gol
  10. Beto: 6 gol

A ricoprire l’ultimo posto, insieme all’attaccante dell’Udinese, ci sono moltissimi calciatori, ovvero: Pinamonti, Destro, Candreva, Arnautovic, Ibrahimovic.

Menzione d’onore per Giovanni Simeone che, grazie all’ultima doppietta contro il Venezia, è andato in doppia cifra e insegue i primi due attaccanti, ormai certezze delle rispettive compagini.

Ancora molto bene Joao Pedro, nonostante le difficoltà del Cagliari, che cerca di fuggire dalla zona retrocessione.

Le new entry

Grazie alla micidiale tripletta contro i lagunari, Pasalic si è prepotentemente inserito nella classifica marcatori Serie A. Grande corsa invece per la decima posizione, che vede così diversi giocatori interessati, quasi tutte new entry, tra cui Beto e Pinamonti, due elementi fondamentali per Udinese ed Empoli.

Sfide appassionanti e corsa al titolo, con Vlahovic e Immobile che non si risparmieranno fino a fine stagione, con un occhio vigile sugli avversari.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui