Classifica OTP Bank Liga: la situazione durante la pausa

0

In prossimità della fine dell’anno è giunto il momento di tirare le somme. Tante sono state le novità, molte le conferme, che si parli di calcio o meno. Tralasciando le competizioni europee continuamente sotto i riflettori, ci si può soffermare sulla OTP Bank Liga, che mostra una classifica particolare. L’ultima stagione ha visto la vittoria del Ferencváros, seppur con qualche rischio dovuto al Kisvárda. In questa prima frazione di campionato è invece il Paksi SE che si sta mostrando una spina nel fianco.

OTP Bank Liga, la classifica aggiornata

Arrivati alla 17esima giornata – sulle 33 totali – la OTP Bank Liga si è letteralmente fermata, riprendendo dalla pausa addirittura a Febbraio 2024. Questo può quindi comportare un vero e proprio riposo delle varie squadre, pronte a ripartire con il piede giusto. Fino a questo momento diversi club hanno deluso le aspettative, mentre altri si sono rivelati piacevoli sorprese.

Il Fradi, sempre favorito, è sotto esame, dato che dai ragazzi di Stankovic ci si attende molto di più, sia in campionato che in Europa. Se in Conference League il percorso è stato abbastanza soddisfacente, lo stesso non si può dire per la pratica scudetto.

Di seguito la classifica aggiornata, che mostra un quadro inaspettato:

  1. Paksi SE: 34 punti
  2. Ferencváros: 33 punti
  3. MOL Vidi: 30 punti
  4. Puskás Academy: 28 punti
  5. Debrecen: 28 punti
  6. MTK: 25 punti
  7. Diósgyőr: 24 punti
  8. Kecskeméti TE: 21 punti
  9. Újpest: 21 punti
  10. Mezőkövesd-Zsóry: 15 punti
  11. Zalaegerszegi: 15 punti
  12. Kisvárda: 14 punti

A saltare subito all’occhio sono la vetta e la zona retrocessione. A “comandare” è – a sorpresa – il Paksi SE, capace di vincere anche lo scontro diretto contro il Ferencváros. Una sola lunghezza che lascia aperta la corsa allo scudetto. Particolare la situazione in fondo alla classifica, visto che le ultime due arrivavano da una stagione incredibile, perdendo però i preliminari di Conference League a inizio annata. Il Kisvárda si era guadagnato il podio, il Zalaegerszegi aveva invece vinto la Magyar Kupa. Adesso entrambe rischiano di lasciare la massima divisione.

Classifica OTP Bank Liga: la situazione durante la pausa

Un’autentica fuga che vedrà il suo termine soltanto a fine stagione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui