Classifica Serie B: capolista Empoli, a seguire il Chievo

0

Con il recupero della quinta giornata tra Entella e Venezia (terminata 0-2), la classifica Serie B prende una forma più concreta. A condurre è l’Empoli, la prima inseguitrice è il Chievo con 4 vittorie consecutive. A chiudere il podio proprio il Venezia, insieme al Frosinone. Pochissimi i punti di distacco tra le varie compagini dopo le prime sette partite, a dimostrazione di un campionato apertissimo e di una corsa alla promozione alla portata di tutti. Grazie alla sosta Nazionali, i giocatori e le varie squadre hanno modo di riposare e approfittare della pausa per lavorare al meglio e ripartire nel miglior modo possibile.

Classifica Serie B: obiettivo promozione

Appena sette partite e diverse squadre pronte a darsi battaglia per conquistare il primo posto della classifica Serie B, vincere e centrare la promozione. Non è un segreto che siano moltissime le compagini a puntare ai primi due posti e alla zona playoff, così da potersi giocare il tutto per tutto per arrivare in Serie A, nel calcio che “conta” un po’ di più.

Oltre alle retrocesse, ci sono compagini come Chievo Verona, lo stesso Empoli, e Frosinone che mancano già da qualche stagione e che nella massima serie hanno disputato non pochi campionati.

Classifica Serie B: capolista Empoli, a seguire il Chievo

Per centrare l’obiettivo principale, bisognerà fare i conti con le numerose sfide da disputare e i tanti scontri diretti, i quali potrebbero dare un vantaggio ad alcune squadre piuttosto che ad altre. Ci sono numerosi club che invece cercano una salvezza tranquilla e che stanno costruendo una rosa e un progetto a lungo termine. Per loro ambizione primaria è quella di rimanere nel campionato cadetto.

Di seguito la classifica Serie B aggiornata:

  1. Empoli: 16 punti;
  2. Chievo: 14 punti;
  3. Venezia: 13 punti;
  4. Frosinone: 13 punti;
  5. Lecce: 12 punti;
  6. Spal: 12 punti;
  7. Salernitana: 11 punti;
  8. Cittadella: 10 punti;
  9. Monza: 9 punti;
  10. Brescia: 8 punti;
  11. Pordenone: 8 punti;
  12. Reggiana: 7 punti;
  13. Reggina: 7 punti;
  14. Vicenza: 6 punti;
  15. Cosenza: 5 punti;
  16. Ascoli: 4 punti;
  17. Pisa: 4 punti;
  18. Entella: 4 punti;
  19. Pescara: 4 punti;
  20. Cremonese: 3 punti.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui