Conference League 2023/24: Club Brugge, l’avversaria della Fiorentina in semifinale

0

Dopo aver analizzato le squadre con le quali dovranno vedersela Atalanta e Roma nelle semifinali di Europa League, quest’oggi il nostro focus sarà sul Club Brugge avversaria della Fiorentina in Conference League. Per il secondo anno di fila gli uomini di Vincenzo Italiano hanno strappato il pass per le semifinali di una competizione che li vede tra i favoriti principali insieme all’Aston Villa. L’obiettivo, infatti, è quello di tornare in finale e riscattare la sconfitta dello scorso anno subita al fotofinish dal West Ham. Sul cammino della Viola, però, ci sarà una rivale di buon livello e ricca di giovani talenti pronti a prendersi la scena nel panorama internazionale. Nonostante i favori dei pronostici la Fiorentina non avrà di certo vita facile contro la compagine belga.

Come arriva il Club Brugge, avversaria della Fiorentina alla semifinale di Conference League

Come per la Fiorentina anche il cammino europeo del Club Brugge è iniziato a fine luglio nelle sfide valevoli per i preliminari di Conference League. Dopo aver avuto facilmente la meglio su avversarie dei danesi dell’AGF e gli islandesi dell’Akureyri, la squadra guidata da Nicky Hayen ha dovuto superare l’ostacolo Osasuna per centrare il passaggio alla fase a gironi. Un doppio confronto questo che i blu-neri hanno portato a casa grazie al successo esterno a El Sadar, e al pareggio tra le mura amiche del match di ritorno.

Conference League 2023/24: Club Brugge, l'avversaria della Fiorentina in semifinale

Inseriti nel gruppo D con Bodo/Glimt, Besiktas e Lugano, i belgi sono stati protagonisti di una grande fase a gironi conclusasi al primo posto. Con ben 16 punti guadagnati, infatti, il Club Brugge ha dominato il girone chiudendolo da imbattuto. La prima posizione, inoltre, ha permesso agli uomini di Hayen di strappare direttamente il pass per gli ottavi di finale incontrando gli svedesi del Molde. Ottavi di finale che per la compagine belga sono iniziati con una sconfitta per 2-1. Un risultato che non ha comunque precluso il passaggio al turno successivo frutto della netta vittoria per 3-0 del ritorno. Superati abbastanza agilmente anche i quarti di finale contro il PAOK Salonicco, la compagine belga ha centrato un risultato storico: la qualificazione ad una semifinale di una competizione europea a distanza di 26 anni dall’ultima volta!

Come gioca il Club Brugge, l’avversaria della Fiorentina in semifinale di Conference League

Capace di sorprendere tutti durante la scorsa edizione di Champions League qualificandosi agli ottavi grazie al secondo posto nel gruppo B, anche quest’anno il Club Brugge sta dicendo la sua nel panorama europeo. Una squadra giovane e ricca di talenti quella belga capace di dare filo da torcere a chiunque. Un club, inoltre, famoso nel sfornare una grande quantità di giovani promesse del calcio internazionale nel corso degli anni. In piena corsa per il titolo in Pro League, la squadra di Nicky Hayen si è qualificata meritatamente alle semifinali di Conference e cercherà di fare il possibile per portare a casa il primo trofeo europeo della storia del club.

Chiamato circa un mese fa per sostituire l’esonerato Ronny Deila, dall’approdo in panchina dell’ex allenatore dell’Al-Ra’ed il Club Brugge è imbattuto in tutte le competizioni. Una brutta notizia per la Fiorentina che avrà di fronte una rivale ostica e sulle ali dell’entusiasmo. Il tecnico belga tende ad adottare come modulo fisso il 4-3-3. Un assetto tattico basato sul talento e l’agilità dei suoi esterni d’attacco per far male in contropiede. Squadra costruita per creare tanta densità in area di rigore grazie ad uno stile di gioco propositivo, presenta degli interpreti ai quali Vincenzo Italiano dovrà prestare molta attenzione. Il calciatore più prolifico dell’annata corrente è il centravanti brasiliano Igor Thiago. Dotato di una notevole prestanza fisica, ha messo a segno fino ad ora 21 gol. Numeri tali da renderlo il pericolo principale per la retroguardia toscana.

Conference League 2023/24: Club Brugge, l'avversaria della Fiorentina in semifinale

Da non sottovalutare sono anche gli ottimi tempi di inserimento in area e il fiuto del gol di capitan Vanaken. Uno dei più esperti della rosa blu-nera insieme all’ex portiere del Liverpool Mignolet e al ghanese Odoi, si fa trovare spesso nelle aree di rigore avversarie comportandosi quasi da attaccante aggiunto. Sempre nel reparto offensivo saranno da tenere d’occhio il catalano Ferran Jutglà, e il giocatore più talentuoso della rosa belga: Antonio Nusa. Classe 2005 e già nelle fila della nazionale maggiore danese, viene spesso chiamato in causa a partita in corso per creare grattacapi alla difese avversarie grazie ai suoi strappi.

Nonostante qualche amnesia di troppo, la difesa nero-blu garantisce una buona solidità grazie all’esperienza di Mechele e all’intraprendenza del terzino De Cuyper. Vecchia conoscenza del nostro campionato è invece Andreas Skov Olsen. Dopo una breve parentesi in maglia Bologna, l’esterno danese ha trovato fortuna in Belgio. Ne è una dimostrazione la stagione attuale caratterizzata dalle ben 16 volte nelle quali si è iscritto a referto.

I precedenti tra Fiorentina e Club Brugge

Per la prima volta nella loro storia, Fiorentina e Club Brugge si affronteranno in una gara ufficiale. Nonostante siano considerate due squadre quasi sempre presenti nelle manifestazioni europee, non hanno mai avuto modo di giocare contro. Un motivo in più questo per crescere la curiosità di una sfida tra una delle favorite principali, e una delle sorprese di questa Conference.

I pronostici, al momento, sono a favore della Viola. Dopo l’eliminazione alle semifinali di Coppa Italia, la squadra di Italiano vede in questa competizione la possibilità di svoltare la stagione. Ancora feriti dalla rete di Bowen dell’annata passata, i toscani faranno di tutto pur di portare a casa un trofeo. Con meno pressioni, invece, la compagine belga proverà ad approfittare della boccata di novità portata dal neo-allenatore Nicky Hayen. L’obiettivo è centrare una finale europea che manca dalla stagione 1977/78.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui