Conferenza Napoli-Granada, Gattuso: «Dobbiamo provarci»

0

Serve l’impresa a un Napoli in piena emergenza per ribaltare il 2-0 dell’andata contro il Granada: gli azzurri di Gattuso, intervenuto oggi in conferenza stampa, vogliono però crederci e nel ritorno dei sedicesimi di Europa League al “Maradona” dovranno segnare almeno due gol (senza subirne) per andare ai supplementari, tre di scarto per passare il turno.

Napoli-Granada, Gattuso in conferenza stampa: «Quello che stiamo facendo non basta»

Nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico dei partenopei Gennaro Gattuso fa la conta degli assenti: «Koulibaly e Ghoulam erano a disposizione a Bergamo e lo sono anche domani, mentre Osimhen non ci sarà. Per il resto non recuperiamo nessuno, Demme e Hysaj stanno facendo un lavoro sul campo ma non sono a disposizione. Mertens ieri ha fatto 25 minuti di allenamento individuale e domani verrà in panchina. E’ fermo da tanto tempo e avrà 10-15 minuti di autonomia, domani vediamo come fare se ne avremo bisogno. Chi gioca in attacco? Vediamo se Politano o Elmas, ora non voglio dare nessun vantaggio».

Messaggio ai tifosi: «Stiamo attraversando un momento negativo con prestazioni al di sotto delle nostre possibilità, stiamo facendo fatica ad avere continuità di risultati. Indossiamo una maglia storica e rappresentiamo una città fantastica, ognuno deve assumersi le sue responsabilità da me per primo. Quello che stiamo facendo non basta, bisogna parlare meno ed essere più concreti».

Il tecnico sulla sfida di domani: «Attenzione a non concedere campo»

Servirà il giusto approccio contro gli spagnoli: «Mi aspetto di partire meglio rispetto alla gara di andata. Sapevamo e sappiamo bene quali caratteristiche ha il Granada e soprattutto nella prima mezzora ci siamo fatti sorprendere proprio sulla sua qualità migliore, ovvero attaccare la profondità. La squadra deve annusare il pericolo e saper leggere queste situazioni, a Bergamo abbiamo preso 4 gol e potevamo evitarlo. A livello di voglia e mentalità dobbiamo mettere qualcosa in più. Domani dovremo essere bravi a non concedere campo al Granada, è una squadra che non molla mai e ha caratteristiche di squadra difficili da battere. Abbiamo il dovere di provarci, l’ho visto anche negli occhi dei miei ragazzi che ci credono. Nel calcio non si sa mai, gli spagnoli sono una buona squadra ma possiamo metterli in difficoltà».

Eliminato dalla Coppa Italia, al Napoli resta la rincorsa alla zona Champions in campionato e proseguire l’avventura in Europa League: «L’obiettivo all’inizio della stagione è andare il più avanti possibile in tutte le competizioni, ma bisogna valutare anche come ci siamo arrivati ultimamente. Si gioca ogni tre giorni, assieme alla Juventus siamo la squadra che ha giocato più di tutte. A livello numerico siamo con l’acqua alla gola ma non è una scusa, chi gioca sta dando l’anima e sta stringendo i denti, va ringraziato. Ci alleniamo poco e non possiamo perfezionare la nostra idea di calcio, ovvero giocare di reparto e costruire dal basso».

Napoli-Granada, accanto a Gattuso in conferenza c’è Meret

Conferenza Napoli-Granada, Gattuso: «Dobbiamo provarci»

Accanto al tecnico c’è il portiere Alex Meret: «Non cambia molto quali compagni giocano in difesa, quello che dobbiamo fare è lo stesso sia in fase di costruzione con il sacrificio degli attaccanti che in fase difensiva. Domani serviranno la giusta determinazione e attenzione, che abbiamo avuto contro la Juventus. Prendere gol complicherebbe di più il passaggio del turno. Spogliatoio? Il periodo non è dei migliori ma stiamo lavorando tutti e crediamo nella qualificazione, passare il turno ci darebbe una bella spinta per le prossime partite. Nella gara di andata potevamo fare più attenzione alle ripartenze che sono un punto di forza del Granada, mentre contro l’Atalanta qualcosa non è andato al meglio. Costruzione dal basso? La facciamo per saltare il pressing degli avversari, è chiaro che se questa pressione sale bisogna fare più attenzione. In settimana lavoriamo molto su questo aspetto».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui