Conferenza stampa Atalanta-Bayer Leverkusen, Gasperini: «Precisi e attenti»

0
Conferenza stampa Atalanta-Bayer Leverkusen, Gasperini: «Precisi e attenti»

Alla vigilia dell’atto conclusivo della UEFA Europa League 2023/24, che vedrà la sua Atalanta affrontare il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso, Gian Piero Gasperini ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa. Quella che andrà in scena domani alle 21:00 all’“Aviva Stadium” di Dublino sarà la prima finale europea per i nerazzurri, che se la vedranno con l’unica squadra ancora imbattuta tra i massimi campionati del Vecchio Continente. La diretta della partita sarà visibile in TV su Sky Sport e (in chiaro) su Rai 1 e in streaming su RaiPlay, NOW e DAZN.

Atalanta-Bayer Leverkusen, Gasperini in conferenza stampa: «Crediamo di aver preparato tutto quello che dovevamo»

Il mister piemontese ha esordito parlando del Bayer Leverkusen, avversario di domani, e delle sue sensazioni alla vigilia della finale: «Aver raggiunto la Champions domenica è stato un ulteriore passo, che permette il massimo della concentrazione su questa coppa: è stato sicuramente molto positivo. Il mio sentimento maggiore è di attesa… nel senso che crediamo di aver preparato tutto quello che dovevamo preparare: ora aspettiamo di confrontarci. Dovremo essere bravi a ritrovare la serenità giusta. Come si affronta chi non perde da 51 partite? Con la consapevolezza che affrontiamo una grande squadra: parlano i numeri, le prestazioni fatte nei mesi. Però nel nostro percorso abbiamo affrontato, sia in Italia che all’estero, tante squadre molto forti. Un po’ di autostima ce l’abbiamo.

È una squadra molto ben organizzata, al di là della qualità dei singoli, con soluzioni varie, non solo in attacco. È una squadra duttile, che si difende molto bene e riparte molto bene: vale tutti i risultati che ha fatto. Dovremo fare una prestazione molto precisa, molto attenta: dovremo avere anche noi una grande precisione come una grande organizzazione. Poi è chiaro che è una partita, come sempre nelle finali, nella quale bisognerà portare gli episodi dalla propria parte. Noi dobbiamo avere grande rispetto e grande conoscenza di questa squadra: con le italiane ti confronti molte volte e con le straniere molto meno. Col Bayer ci siamo incontrati 2 anni fa, ma questa è una squadra diversa. Non hai l’abitudine al confronto: quando giochi 2 partite, andata e ritorno, ti puoi fare un’esperienza anche migliore. Quando giochi una finale secca, devi essere bravo ad adattarti e capire come contrapporti».

«Sono dispiaciuto per l’assenza di de Roon»

Gasperini ha poi parlato di alcuni singoli, come Scamacca (che sarà a disposizione per questa finale al contrario di quella della Coppa Italia) e de Roon, assente per infortunio: «Scamacca negli ultimi mesi ha fatto un’evoluzione notevole, non solo in termini di gol. Soprattutto in una partita come quella contro la Juventus sarebbe stato fondamentale, anche perché non abbiamo un’alternativa simile nel ruolo. È chiaro che domani ci sono tutti: c’è lui, c’è Lookman, c’è De Ketelære… il reparto d’attacco è al completo e possiamo ragionare su 90′ o anche di più. Siamo arrivati a questa partita al top sotto l’aspetto mentale e psicofisico: ancora di più per il fatto di aver centrato la Champions domenica. Non è facile, quando giochi per 3 mesi ogni 3 giorni, poterti esprimere sempre al massimo: abbiamo giocato tantissime gare, molte in modo positivo, c’è rimasto il rammarico della partita contro la Juventus alla quale siamo arrivati non al meglio delle nostre prestazioni. Però adesso c’è un’altra gara, un’altra finale, un’altra coppa. Non abbiamo alibi.

Io personalmente sono dispiaciuto dell’assenza di de Roon: per il valore in campo del giocatore e perché meritava una finale. Ha dato tantissima all’Atalanta, dispiace debba perdere proprio la partita più importante. Non nego che avrei preferito averlo in campo. Non potendo giocare, sono felice che sia venuto comunque con noi. Ma non c’erano dubbi: sarà nello spogliatoio in queste ore, per noi è stato un capitano sempre esemplare, per comportamento e per qualità in campo. Siamo molto dispiaciuti che debba saltare questa partita, ma trasmetterà la sua energia».

Conferenza stampa Atalanta-Bayer Leverkusen, Gasperini: «Bergamo? C’è sempre stato grande senso di appartenenza, grande connessione»

Infine, l’allenatore nerazzurro ha parlato del profondo rapporto che lega lui e la squadra alla società e ai tifosi: «Lo spirito di Bergamo in una finale europea? Magari con caratteristiche diverse, ma certe componenti sono sempre state presenti nella squadra, negli anni. Poi magari le caratteristiche dei giocatori potevano essere diverse, ma c’è sempre stato grande senso di appartenenza, grande connessione tra la squadra, la società, i tifosi. Abbiamo fatto un percorso di crescita, se vogliamo prorompente e inaspettato all’inizio, ma ci siamo arrivati tutti insieme: sembrava dovessimo soffrire di più, invece siamo ritornati presto in Europa, l’anno prossimo faremo nuovamente la Champions. Credo sia un insieme di componenti, ne siamo orgogliosi ma penso sempre di poter fare qualcosa in più. Abbiamo chiesto un grandissimo sacrifico anche ai tifosi, sotto tutti gli aspetti: non ci hanno mai fatto mancare la loro presenza, molto numerosa. Sarà così anche domani, nonostante non sia agevole. Speriamo.

Non puoi sapere quando arrivi al momento propizio per lasciare: non abbiamo la sfera di cristallo. Si dice che il momento giusto è quando vinci, perché non cali nella considerazione. Però noi non pensiamo mai a quando si lascia, viviamo di presente più che di futuro. La scelta di Xabi Alonso di rimanere al Bayer Leverkusen anche la prossima stagione è molto bella, sicuramente gli si sarebbero spalancate tante occasioni. Ciò che ha fatto è molto positivo: un esempio di calcio».

Una chiosa finale riguardante la crescita della Serie A: «Il campionato italiano è cresciuto: lo dimostra la presenza di tante squadre sia l’anno scorso che quest’anno nelle finali europee. È cresciuto nel ranking, ci sono anche più squadre in Europa che possono rappresentarci: è un segno positivo per il nostro campionato e speriamo che sia anche una spinta per la Nazionale per diventare competitiva, ora che ci saranno gli Europei. Giocare tante partite ci ha aiutato: ci siamo allenati un po’ meno, abbiamo sperimentato tanto e abbiamo avuto pochissimi infortuni, cosa che ci ha aiutato, per quanto la stagione sia stata durissima. Ora lo possiamo dire: un calendario così compresso, con così tante partite, porta a due cose: o ci abituiamo, o troviamo qualche stratagemma: almeno per noi è stato molto molto impegnativo».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui