Conferenza stampa Atalanta-Udinese, Gasperini: “Palomino e Toloi stanno recuperando”

0

L’Atalanta dopo una settimana di riposo deve tornare in campo e, mentre attende l’Udinese, ha parlato in conferenza stampa mister Gasperini. Una settimana che ha permesso di recuperare energie e di lavorare ancora verso il grande obbiettivo: il posto in Champions League. 

Atalanta-Udinese, Gasperini in conferenza stampa: “Tourè è simile a Muriel”

Dopo il riposo questo sabato Gasperini e la sua Atalanta dovranno affrontare l’Udinese in casa, partita di cui il mister nerazzurro ha analizzato in conferenza stampa. Dal tema dell’attacco a quello degli infortuni, per la dea è una partita che può valere tanto in vista della rotta verso l’Europa dei grandi. 

Sulla partita di domani ‘Gasp’ è convinto di quanto l’Udinese possa essere pericolosa: “Sì, ci sono gli ingredienti per mettere in scena una battaglia. È vero che all’andata abbiamo sofferto, ma ho visto che contro il Milan stavano per portare a casa tre punti importanti. Evidentemente hanno dei giocatori forti e una classifica che non rispecchia il valore della squadra. Serve un bel regalo, vincere è difficile con squadre che sono in difficoltà, ma che hanno dei valori importanti. Vincere per noi domani sarebbe una prova di forza“. 

Gasperini spera di poter dare continuità ai risultati: “Spero che la scia continui. Non credo che la sosta cambi qualcosa. È un periodo di crescita collettiva e singola. Scamacca ha lavorato bene e gli è stato chiesto di migliorare in dinamicità e raggio di azione. Le sue prestazione miglioreranno assieme a delle qualità che sono già ottime. Purtroppo l’altro giorno abbiamo perso due giocatori (Koop e Hien). Hien stava facendo bene, ma adesso ha una lesione. Perdiamo dei giocatori che stavano bene, ma fa parte del calcio. Recupereranno velocemente“.

Parlando di crescita del gruppo o dei singoli, Gasperini si esprime così: “Sono cambiate le caratteristiche e c’è stata la crescita di giocatori, o meglio della difesa e del centrocampo. Penso a Ederson e Kolasinac, ma vedrete che presto anche Ruggeri e Holm permetteranno di migliorarci. In attacco abbiamo vari attaccanti e abbiamo anche fisicità che ci permette di segnare anche di testa“. 

Sull’attacco, Gasperini elogia De Ketelaere: “Loro (De Ketelaere e Scamacca) hanno fatto bene assieme, grazie al fatto che Charles è molto duttile. Può essere terminale offensivo, seconda punta o attaccante esterno. Queste sue qualità atletiche gli permettono di occupare più ruoli. Poi quando sta bene è veramente determinante. Può giocare con tutti i giocatori di attacco“. 

Su Bilal Tourè e il recupero dall’infortunio: “Tourè è la seconda settimana che si allena. Fisicamente sta bene, anche se è stato fermo e ha fatto solo una partita con l’Almeria. Però mi sembra che sia recuperato, ma è stato fermo da parecchio, deve recuperare alcune qualità che sono un po’ appannate. Adesso saprà risolverle velocemente“. Parlando delle caratteristiche del giocatore: “Tourè fisicamente assomiglia al miglior Muriel, anche per strutture ed elasticità, anche se Muriel ha più tiro. Lui ha la freschezza, ma non assomiglia a Scamacca, Miranchuk o De Ketelaere. Poi ognuno ha la sua particolarità“. 

Sui gol che arrivano in gran parte dal centrocampo e anche dalla difesa, Gasperini è apparso soddisfatto: “Sì. È uno dei risultati che mi dà soddisfazione, perchè rappresenta la mia filosofia di gioco. Tutti sono in grado di concludere, anche se i ruoli sono diversi. Chi arriva da dietro ci arriva di meno, ma può essere importante. Poi c’è bisogno di avere qualche giocatore, di solito gli attaccanti, che permettano di avere un numero alto di gol“. 

Sugli infortunati: “Hateboer è appena rientrato questa settimana. Come anche Palomino, che sta recuperando. Ha recuperato dall’infortunio, pure Toloi e Palomino, ma sono disponibili“. Sul mercato chiude a ogni possibile trattativa in corso: “La rosa è sicuramente molto completa, ma in questo momento è definita e non penso che arriveranno altri giocatori, a gennaio le occasioni sono poche. Al massimo qualche giocatore di prospettiva per l’under 23. Non so se la società o il mercato permetterà di farlo, visto che la presenza della seconda squadra potrà essere fondamentale“. 

Quest’anno la dea sta realizzando gran parte dei punti in casa, ma il tecnico non crede che questo influisca sul percorso: “A volte penso che sia questione di caratteristiche della squadra, o di annate. Credo che dipenda anche dal calendario. È un’opportunità, ma tutte le partite sono difficile e la spinta dei tifosi non può far altro che portarci a migliorare“. 

Su Muriel: “Muriel può giocare con tutti, non ha problemi particolari. È molto universale nei ruoli”. Sul centrocampo che sta crescendo ed è uno dei migliori del campionato: “Sicuramente è una cosa che fa piacere e dà senso alla globalità. Koop è normale che faccia gol perchè ce l’ha nelle corde, ma anche Ederson ha contribuito. De Roon li ha fatti, così come Pasalic. Direi che siamo a posto indubbiamente“.  

Anche per lui è stato chiesto un commento su Sinner: “Sinner è fantastico. Non l’ho visto stanotte, ma sta facendo qualcosa di straordinario. È un punto di riferimento e ci fa capire come i giovani possano essere da esempio“.

Inerente all’andata Gasperini pensa che il problema principale siano le incursioni degli esterni friuliani: “Sì, dobbiamo stare attenti, perchè sono compatti difensivamente. Sono giocatori di qualità e alcuni di velocità. Subivamo contropiedi e spesso picchiavamo contro il loro muro. Però siamo diversi e abbiamo delle certezze in più, attacchiamo bene e magari creiamo problemi“. Su questioni di gioco e di giocatori: “Per me l’importante sta nell’equilibrio, poi capisco la voglia di vedere giocatori nuovi o una squadra offensiva. Poi l’utilizzo e i cambi mi permette di avere punti dalla panchina e risorse“. 

Sul campionato Gasperini ricorda come quest’anno ci sia molto equilibrio e come nulla appare scontato: “È un campionato dove è difficile dominare le partite. Con il Frosinone dopo un quarto d’ora era andata bene, ma poi si era equilibrata. Quest’anno c’è molto equilibrio, quindi devi essere bravo a gestire i momenti. Una squadra che ha fatto buon calcio e deve anche migliorare nella lettura delle partite“. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui