Conferenza stampa Brighton-Roma, De Rossi: «Lukaku non verrà»

0

Dopo le quattro scosse che hanno tramortito il Brighton, la Roma di De Rossi, che ha parlato oggi in conferenza, vola in Britannia per il ritorno degli ottavi. Un match di grande importanza e da non sottovalutare, perché De Zerbi ha un piano per tentare l’impossibile. 

Brighton-Roma, De Rossi in conferenza stampa: «Dovremo gestire bene, non chiuderci»

Per i quarti, per la soddisfazione di aver eliminato una squadra del campionato inglese, la Roma vola dal Brighton per sfidare De Zerbi e chiudere i conti. Giornata di conferenza stampa e rifinitura per De Rossi, che ha commentato l’attesa per la sfida. La coppa è un chiaro obbiettivo per una squadra che ha voglia di sognare in grande e continuare la marcia verso Dublino, che non è nemmeno a metà.

Sulla partita di domani De Rossi si rivolge così: «Penso che la gestione per un calciatore e un allenatore sia importante. Gestire non vuol dire che ci dobbiamo chiudere, ma riconoscere le varie fasi della partita. La partita dell’andata è stata gestita bene, perché nel secondo tempo loro hanno preso il gioco in mano, noi siamo stati coperti e abbiamo contrattaccato molto bene. È una questione di lettura che devono fare i calciatori durante la partita. Posso fare dei cambi, ma ogni pallone è una storia a sè».

Sulle condizioni di Lukaku e Dybala il tecnico ha spiegato così: «Non siamo alla fine dell’opera assolutamente. Siamo a metà strada. Paulo sta bene ed è con noi, mentre Romelu ha questo problema all’anca che si porta dietro da parecchio tempo. Lo gestirà con del riposo, quindi non verrà».

E ha aggiunto: «Chiunque scenderà ha l’obbligo di farsi notare e di dimostrare il proprio valore. Cambiare questo concetto di titolarità o meno può farci bene mentalmente. Penso che ci sono giocatori molto forti indipendentemente dalla presenza o meno di Dybala e Lukaku».

Sulla presenza dal primo minuto di giocatori a rischio diffida De Rossi si è espresso duramente: «No, va in campo chi ritengo in forma e migliore per me in questo momento. Dire ai ragazzi di non prendere giallo è negativo per loro. Non devono prendere gialli inutili e stupidi, come vale per i cartellini rossi. Devono giocare e dare il massimo».

Sui rischi di domani De Rossi è stato chiaro: «Ogni partita ha i propri rischi. Basta guardare la partita di andata dove abbiamo fatto un primo tempo eccezionale, terminato poi in vantaggio. Loro però ci hanno messo anche in difficoltà con qualche occasione, quindi bisogna stare attenti perché basta poco per rovinarci tutto il lavoro fatto. Dobbiamo essere consapevoli che il Brighton dell’andata ha avuto importanti occasioni da gol e altrettanto noi. Segniamo parecchio e subirne sei sarebbe bruttissimo. Conterà parecchio l’aspetto mentale».

Sul lavoro svolto De Rossi ha ripetuto: «Sono soddisfatto al momento, perché la squadra crede nelle mie idee. Ogni squadra ha dei momenti in cui inciampa, così come il Brighton. A noi è capitato a Firenze, ma sono dettagli che pian piano miglioreremo partita dopo partita con il lavoro».

Sul Brighton e come contrastarlo: «Non lo so, perché hanno molti giocatori forti. Roberto potrebbe stupirci per le scelte e dovremmo farci trovare pronti. Hanno perso dei giocatori importanti, ma ho visto a Roma una squadra competitiva. Noi giocheremo per non concedergli molto. Non mi aspetto che cambi modulo, ma che ci attaccherà molto. Sarà una bella partita e dovremo pensare a fare gol».

Bove: «Pronto a fare la mia parte per la squadra»

A fianco a De Rossi c’era il centrocampista Bove. Un giocatore che in questo momento rappresenta il futuro della Roma, nonostante la poca titolarità. Il ragazzo ha parlato così del suo momento: «Sto bene e sto affrontando tutto come ha sempre richiesto questo lavoro. Ogni calciatore ha il suo momento no e naturalmente è fatto da momenti in cui si gioca di più. Credo che la bravura stia nell’avere costanza nel lavoro per migliorare. Vedo progressi e sono tranquillo, ovviamente cerco anche di dare il massimo quando vengo chiamato in causa».

Su domani il centrocampista afferma: «Non lo so ancora se gioco. Devi domandare al mister, ma credo che il mister ci stia trasmettendo l’idea che tutti dobbiamo essere pronti, anche a coprire ruoli non propri. È diventato un concetto per noi, tanto che per me non fa differenza la posizione a centrocampo».

In molti della tifoseria giallorossa vedono Bove come un nuovo De Rossi per appartenenza al club, lo stesso ruolo e anche le caratteristiche. Il centrocampista ha risposto così: «Allora, ammetto che mi fa piacere e un effetto bellissimo. A primo impatto vi parla un ragazzo che l’ha sempre visto giocare in televisione un campione del genere. Poi c’è il rapporto diverso, perché è il mio allenatore. Sono onorato che possa darmi tanti consigli, soprattutto per quello di esperienza. Un po’ me l’aspettavo, perché ci sono sempre questi accostamenti. Credo che ogni calciatore abbia la sua carriera e io spero di avere la mia carriera, quella di Edoardo Bove».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui