Conferenza stampa Frosinone-Milan, Pioli: “La squadra sta lavorando bene”

0

Il Milan domani andrà allo Stirpe di Frosinone per affrontare la corazzata di Di Francesco e Pioli, presente oggi in conferenza stampa, sa bene che non si possono commettere più errori. Una vittoria potrebbe certificare una rimonta in corso dei rossoneri in attesa del derby d’Italia. Il tecnico ha parlato ai giornalisti esprimendo il suo pensiero sulla gara di domani. 

Frosinone-Milan, Pioli in conferenza stampa: “Non mi interessa di Inter-Juve “

Giornata di conferenza stampa e di rifinitura in vista di Milan-Frosinone per Stefano Pioli, che attende il fischio d’inizio della partita di domani. I rossoneri devono assolutamente vincere per riaprire un campionato e trasformarlo in una corsa a tre. Il rischio di inciampare è sempre dietro l’angolo, ma dopo la partita rocambolesca del Meazza contro il Bologna deve rianimare il fuoco del diavolo. 

Un Milan che arriva rasserenato, più unito e stabile verso gli obbiettivi in gioco, Pioli ne ha parlato così: “La cena in settimana era già stata programmata, sono bei momenti per stare insieme. Gli incontri e le riunioni, assieme anche al lavoro dei ragazzi mi stanno convincendo che siamo sulla buona strada e che la squadra è consapevole di come vadano gestite le situazioni, ma anche che la stagione è lunga e di conseguenza possiamo toglierci qualche soddisfazione“. 

Su questa giornata di campionato in cui c’è Inter-Juventus Pioli non vuole distrarsi: “Sì, vero. Ma domani c’è Frosinone-Milan, quindi non possiamo assolutamente non mettere la concentrazione sulla partita di domani. Giochiamo contro una squadra che gioca bene a calcio, dove Di Francesco sta facendo veramente un ottimo lavoro. Una squadra propositiva, offensiva e aggressiva. Servirà una squadra al top e una prestazione di livello“. 

Sulle condizioni del rientrante Bennacer dalla Coppa d’Africa: “Ismael lo conosciamo bene, è un giocatore che può darci tanto in termini di intesità e qualità. Durante la coppa d’Africa si è trattato solo di un leggero infortunio, non si era allenato e ha solo ripreso ieri. Sta bene ed è a disposizione“. Ha poi continuato: “Sul centrocampo con il rientro di Bennacer potremmo dare fiducia anche a Zeroli, che ricopre il posto di Pobega“. Esperienza e freschezza per rianimare la mediana. 

Sulle voci di mercato con un possibile approdo di Conte sulla sua panchina: “No, non mi dà nessun fastidio, un pochettino mi annoia, ma nel calcio moderno sembra anche abbastanza normale. In settimana abbiamo visto due miei illustri colleghi annunciare 5 mesi prima l’abbandono di panchine prestigiose (Klopp e Xavi). Io assieme ai ragazzi voglio solo dimostrare cosa questa squadra può fare, poi sul futuro non mi preoccupo. Mi concentro sul presente. Abbiamo la possibilità di fare ancora bene in questa stagione“.

Sulla reazione del Milan dopo Bologna il mister Pioli si aspetta grandi cose: “Mi aspetto il contrario di una battuta d’arresto. È chiaro che c’è stata la possibilità di riguardare e di rivalutare quanto fatto. Siamo consapevoli di cosa va fatto. Il nostro è un momento positivo, ma è inutile ripensare al quanto non fatto, o ai due rigori. Possiamo e vogliamo difendere meglio il risultato. Faremo di tutto per vincere e portare a casa il risultato“.  

Sulle gerarchie dei rigori Pioli ha delle novità: “Io l’ho deciso e domani lo comunicherò alla squadra“. Sul calciomercato e la partenza di Pellegrino: “Non è arrivato perché le opportunità non rispondevano alle nostre esigenze. Cercavamo un difensore di livello, questo è certo, ma anche pronto. Quindi non da altri campionati. Non è stata una mancanza di possibilità, vado avanti con questo organico. Pellegrino secondo me avrebbe fatto fatica e ha bisogno di giocare“. 

Sulla qualità a centrocampo alcuni esperti credono che sia molto calata, pensando a un centrocampo come Calhanoglu-Tonali-Kessié. Pioli difende le sue idee e i suoi ragazzi: “Dico che non si può tornare indietro perché Hakan per esempio non è più un giocatore del Milan da parecchio tempo. Abbiamo vinto uno scudetto senza di lui. Frank (Kessié) ha fatto una scelta per la sua carriera. Posso solo dire che mi piace l’organico che go, stiamo bene, anche se per noi pareggiare significa subire una mezza delusione o penalizzazione su quelle aspettative che abbiamo. A oggi abbiamo segnato 5 gol in più e subiti 5 gol in meno. Non vuole dire che stiamo facendo tutto bene, ma che sicuramente possiamo fare ancora meglio Siamo ambiziosi e non siamo da metà classifica. Alla fine giudicheremo la stagione“. 

Sulla gestione della fase difensiva: “Non è un problema di uomini, ma ho già ripetuto che è una questione di comunicazione e attenzione, ma anche di intensità. Sono cose che vanno migliorate, anche tenendo conto che ci sono giocatori con caratteristiche diverse. Chiaramente il centrocampo di adesso è diverso, ma permette di avere più qualità, di alzare il baricentro e mantenere il possesso, tenendo conto che creiamo anche di più e possiamo solo migliorare. Credo che la squadra deve provare a fare sempre più gol“. 

Sul valore della rosa Pioli ripete: “Io credo molto nei miei giocatori e gli allenamenti che ho visto mi convincono di quanto questo gruppo sia forte moralmente. Poi scommettere non si può. L’obbiettivo è vincere più partite possibile, non c’è altro da fare“. 

Sul difensore, che non è arrivato rimbalza, il pensiero a Buongiorno del Torino, ma Pioli evita di parlarne: “Ho fatto l’identikit per questa sessione, perché c’era questa esigenza. In estate poi possono sempre cambiare i parametri nelle scelte. Tutte le opportunità che si sono create non le abbiamo ritenute all’altezza per migliorare la squadra. A questo punto abbiamo deciso di puntare sulla crescita di Simic, che pian piano sarà sempre più importante per noi”.

Sulla partita di andata contro il Frosinone: “È stata una vittoria netta nel risultato, ma non nel gioco, perché il Frosinone – come ho già detto – è molto aggressivo. Ha giocatori di qualità, propone un bel gioco e alza la pressione. Quindi ci saranno difficoltà, ma sono convinto che i miei ragazzi sapranno come gestirle“. 

Sempre su Simic in vista dell’Europa League: “Il dubbio nella lista UEFA non è tra Simic e Terracciano, solo perché Simic non può entrare nella lista A, a meno che non tolga un giocatore”

Sulla stagione del Milan Pioli richiama il finale di stagione, che servirà alla società per valutare: “Che le due davanti ad oggi siano state più brave credo sia anche abbastanza evidente. A me da fastidio non aver vinto contro il Bologna per una disattenzione sul rigore. Un paio di anni fa arrivare secondi era qualcosa di eccezionale per il Milan, vincerlo ancora di più, quindi è normale che ci si aspetti tanto. Le valutazioni si faranno alla fine, sapendo che abbiamo le qualità per fare una buona seconda parte di stagione“. 

Sullo stile di gioco che sta adottando in questa stagione: “Io ho abituato la squadra a correre in avanti, credo che, se riesci a interrompere una costruzione dal basso all’avversario, gli metti pressione e gli impedisci di farti male. Del resto che costruire bene ci dia anche la possibilità di prendere in mano la partita. Se rivediamo il rigore alla fine, bastava solo essere posizionati meglio“. 

Per essere in futuro tra le prime quattro in Europa secondo Pioli servirà fare strada e colmare delle mancanze: “Al Milan manca la concretezza e la fortuna, perché il calcio è anche questo. C’era un girone difficile. In generale ti devi abituare, noi ci stiamo provando“. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui