Supercoppa Italiana, conferenza stampa Inter-Lazio, Inzaghi: «Primo obiettivo stagionale»

0

Domani alle 20:00 (ora italiana) Inter e Lazio si contenderanno l’accesso alla finale della Supercoppa italiana 2023, dove troveranno la vincente di Napoli-Fiorentina. La diretta della partita sarà trasmessa in chiaro in TV su Canale 5 e in streaming su Mediaset Infinity. Oggi, il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa ai microfoni dei giornalisti alla vigilia della semifinale contro la Lazio.

Inter-Lazio, Inzaghi in conferenza stampa: «In campionato la Lazio ci ha creato difficoltà»

Il mister nerazzurro ha voluto inizialmente parlare dell’importanza della competizione e delle difficoltà della sfida di domani, nonché del suo indelebile passato biancoceleste: «La Supercoppa è il primo obiettivo stagionale: l’abbiamo vinta negli ultimi due anni e vogliamo vincerla anche quest’anno. Però come l’Inter ci sono Napoli, Fiorentina e Lazio che hanno la stessa ambizione. La pressione? Diciamo che per allenare e giocare all’Inter bisogna essere abituati… Io la vivo molto tranquillamente: per quanto riguarda le ambizioni che abbiamo qua è il primo trofeo stagionale, ma ce la giochiamo con altre squadre. Cercheremo di fare del nostro meglio, sapendo che domani incontreremo una squadra in striscia positiva, che nell’ultima partita – in cui abbiamo vinto – ci ha creato difficoltà.

Il mio percorso alla Lazio fa sì che non sarà mai una partita come le altre per me: è una squadra che mi ha fatto diventare uomo, prima da giocatore e poi da allenatore. Le partite con la Lazio non saranno mai uguali: è normale. Oggi è una squadra che, anche nell’ultima di campionato ci ha creato parecchie difficoltà e non mi sembrava così in crisi come veniva dipinta. Domani è cambiata la formula: è nuova per tutti quanti, a partire da noi allenatori. Bisognerà pensare alla partita di domani: sappiamo che non ci saranno supplementari e ci prepareremo anche per i rigori».

«Mercato? Sono soddisfatto dei 4 attaccanti che abbiamo»

Simone Inzaghi non si è sbilanciato troppo in conferenza stampa riguardo alle scelte di formazione: «Per quanto riguarda le scelte, ho ancora un allenamento e mezzo: quello di oggi e di domani. Abbiamo avuto la partita di sabato a Monza, poi abbiamo fatto un allenamento a Milano e dovrò fare delle valutazioni molto attente. I ragazzi ci sono tutti, a parte Cuadrado che è rimasto a Milano. Dovrò fare delle scelte: essendo una finale da giocare in 2 partite, dovrò farle attentamente. Ora penso solo a domani con la Lazio. Mercato? Ho una società importante che ci sta pensando, io sono soddisfatto dei 4 attaccanti che abbiamo in rosa che in questa prima parte di stagione ci hanno dato soddisfazioni».

Questo invece il commento del tecnico riguardo alla corsa per lo Scudetto: «Guardie e ladri? Ho sentito e letto qualcosina…. Penso sia una normale dialettica del mondo del calcio: è tanti anni che lo vivo e quindi lo conosco. Io quello che posso dire è che senz’altro in campionato c’è un bellissimo duello fra Inter e Juventus, ma non dimenticherei il Milan: è lì a pochi punti, con un’ottima rosa che ora sta bene. Penso che la lotta coinvolga anche loro. L’asterisco in classifica è una cosa che si tiene in conto: bisogna essere bravi a ragionare partita dopo partita. In carriera è una cosa che ricorre spesso: quando allenavo la Lazio un anno ho avuto un recupero con l’Udinese per maltempo, un altro anno ho avuto la gara rinviata col Torino, con l’Inter a Bologna… È una cosa che dobbiamo considerare. Se è meglio stare davanti o dietro? Dipende dai punti di vista… Io dico che bisogna guardare la gara dopo. Sono contento del momento e se potessi cambierei solo il risultato della gara col Bologna: avremmo meritato di più. In Serie A stiamo facendo un grandissimo percorso… poi c’è un’altra squadra che sta facendo un percorso analogo e il Milan che non mollerà fino alla fine».

Conferenza stampa Inter-Lazio, Inzaghi: «I FIFA Awards? Sono molto soddisfatto di essere stato fra i 3 nominati»

Questo il commento dell’allenatore piacentino rispetto al mancato voto di Lukaku ai FIFA Awards: «Ha votato 3 grandissimi colleghi, bravissimi. Io posso dire che a Londra lunedì sera non ero solo: ero insieme al mio staff, ai miei dirigenti, al presidente, ai ragazzi di quest’anno e dell’anno scorso che mi hanno permesso di arrivare lì. Sono molto soddisfatto di essere stato nominato nei 3 e sono contento così».

Infine, un messaggio ai tifosi nerazzurri dell’Arabia saudita: «Ai tifosi arabi chiedo di sostenerci, come hanno fatto lo scorso anno. Sappiamo che ce ne sono tanti qua: cercheremo di renderli felici come l’anno scorso».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui