Conferenza stampa Italia-Lituania, Mancini: «Dobbiamo vincere»

0
conferenza Italia Lituania Mancini

Domenica sera è arrivato il secondo pareggio di fila per gli azzurri nelle qualificazioni a FIFA 2022, per 0-0 contro la Svizzera. Oggi il tecnico Mancini ha commentato in conferenza stampa la sfida Italia-Lituania, divenuta decisiva, così come tutte quelle future del girone. La gara sarà disputata alle 20:45 di domani, presso il Mapei Stadium di Reggio Emilia. A fianco del c.t. jesino è intervenuto anche Lorenzo Insigne

Conferenza stampa Italia-Lituania, Mancini: «Abbiamo le “spalle larghe” per sopportare le critiche»

Mister Mancini ha in primo luogo parlato dell’importanza di vincere le prossime tre partite, e della sua fiducia nelle qualità di una Nazionale capace di affrontare le critiche che le vengono mosse: «Segnare tanto per la differenza reti? Intanto dobbiamo vincere, se vinciamo domani recuperiamo punti. Detto ciò, si potrebbe anche arrivare alla differenza reti se si arriva a pari punti. Ma noi abbiamo tre partite, se le vinciamo tutte e tre siamo qualificati. La gara di domani non sarà semplice, loro sono fisici e si metteranno dietro. Starà a noi sbloccarla e poi gestirla al meglio.

Noi ci crediamo. Tre anni fa, tutti, anche i miei amici, pensavano non ci fosse un giocatore da Nazionale. Noi ci siamo riuniti e abbiamo vinto l’Europeo. Siamo tranquilli, siamo solo dispiaciuti per aver perso quattro punti che non era giusto perdere. Però un po’ di sorte ci ha aiutato durante l’Europeo e ora un po’ di sorte ci ha sfavorito. La nostra è una squadra che ha segnato sia con gli attaccanti che con i centrocampisti. In una gara abbiamo fatto 0-0, l’altra abbiamo fatto gol. In una partita purtroppo ci può stare. Questa squadra ha le “spalle larghe” per sopportare le critiche, sono giocatori con anni di esperienza e non credo sia un grande problema».

Conferenza stampa Italia-Lituania, Mancini: «Dobbiamo vincere»

Italia-Lituania, Mancini in conferenza stampa: «Immobile? Non vedo nessun problema»

Il commissario tecnico azzurro ha poi parlato delle sue scelte riguardo all’undici titolare, che si baseranno soprattutto sulla forma fisica dei giocatori a disposizione: «Abbiamo tutte le possibilità, anche quella del falso 9, dobbiamo solo valutare la stanchezza dei giocatori. Siamo a inizio stagione e i ragazzi vengono dall’Europeo, quindi ci vogliono anche giocatori freschi. Se potessi evitarlo, non lascerei fuori tutti e 6 i giocatori che hanno fatto 180′: dipenderà dalle condizioni loro. Siamo a inizio stagione, i ragazzi hanno fatto 20 giorni di vacanza e affrontiamo nazionali che hanno fatto già 9-10 partite. Sensi sta bene, ha avuto un problema a inizio settimana e l’avevamo messo un po’ in disparte e ora invece sta bene. Bernardeschi? Può essere giochi, è un giocatore fresco. Tornando alle ultime prestazioni, io non mi preoccupo molto. I ragazzi psicologicamente devono stare benissimo, hanno vinto l’Europeo e devono giocare tranquilli.

Siamo stati da apripista per un’estate memorabile dello sport azzurro: nessuno ci dava per vincenti e i ragazzi hanno tirato fuori tutto quello che avevano. Purtroppo la palla non entra a volte, e noi in Italia andiamo a cercare un colpevole di tutto. Ma noi dobbiamo isolarci un po’ da questo e fare certe cose un po’ meglio e la squadra deve continuare a fare ciò che fa e Immobile uguale. Il gol arriverà. Sai cosa mi sembra, che si sia tornati a Mario Balotelli… Abbiamo vinto l’Europeo in 26 e Ciro è sempre stato titolare. Poi in due partite ha fatto gol, altre volte ci è andato vicino. Poi alcune volte la palla non entra: io devo dirgli, certo, di fare certi movimenti ma non vedo un grande problema. Ha sempre fatto gol, magari al Mondiale fa 8 gol e vinceremo il Mondiale. Pessina? Valutiamo lì: è una possibilità, anche perché Barella è diffidato. Ma soprattutto per la condizione fisica».

Italia-Lituania, Insigne in conferenza stampa: «Critiche? Io non ho letto i giornali»

Dopo le parole del suo allenatore, è intervenuto brevemente in conferenza stampa anche Lorenzo Insigne. L’attaccante e capitano del Napoli ha parlato delle critiche ricevute per la difficoltà nel fare gol da parte degli azzurri: «Non siamo stati precisi sottoporta nelle ultime gare, ma dobbiamo stare tranquilli. Non bisogna buttarsi giù per non aver fatto i gol. Dispiace non aver vinto, ma non bisogna nemmeno creare troppo casino. Domani sono convinto che faremo un’altra grande prestazione e faremo gol. Io non ho letto i giornali ma sicuramente qualcuno avrà detto qualcosa… Ma noi conosciamo la forza del gruppo che abbiamo creato, dobbiamo solo continuare a lavorare e a toglierci delle soddisfazioni».

Conferenza stampa Italia-Lituania, Mancini: «Dobbiamo vincere»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui