Conferenza stampa Juventus-Sassuolo, Allegri: “Dare continuità”

0

La Juventus torna in campo questo martedì per affrontare il Sassuolo, squadra che nel girone di andata è stata l’unica a battere gli uomini di Allegri. Il mister bianconero ha parlato in conferenza stampa chiarendo gli ultimi dubbi in vista della sfida con i neroverdi. 

Juventus-Sassuolo, Allegri in conferenza stampa: “Rabiot e Chiesa ci saranno”

Giornata di conferenza stampa per Allegri in vista del match Juventus-Sassuolo, previsto domani sera all’Allianz Stadium. Una sfida importante per i bianconeri che devono allungare per mettere pressione all’Inter. Dopo la vittoria in Coppa Italia c’è grande entusiasmo tra i bianconeri, ma Allegri mantiene la calma. 

Sulla sfida dell’Allianz Stadium di domani Allegri ha analizzato così la vigilia della partita:”Per quanto riguarda il gruppo ha lavorato bene e sa dell’importanza della partita. Il sassuolo ha un buon collettivo e qualità dei singoli, ma bisognerà fare una partita tattica per concedere poco e avere entusiasmo, che stiamo avendo dai risultati”. 

Sulle condizioni di Rabiot e Chiesa: “Rabiot e Chiesa stanno bene e sono a disposizione. Domani è una partita in cui chi è in panchina potrà essere determinante. Dovrò fare delle valutazioni visto che non abbiamo Gatti e McKennie per squalifica“. Sulle possibili scelte in attacco per domani Allegri ha risposto: “Devo valutare perchè Yildiz e Milik stanno lavorando bene, anche Vlahovic sta bene. Chiesa pure sta recuperando e anche Kean ha avuto ottimi segnali dalla risonanza“. Sulla formazione di domani: “Il dubbio Rugani-Alex Sandro visto che manca Gatti. Non ci sono altri problemi“. 

Su un possibile trio Yildiz-Chiesa-Vlahovic Allegri frena gli entusiasmi: “In questo momento no, perchè rovinerebbe l’equilibrio, ma più avanti con il tempo potrà essere un’idea. Adesso è difficile fare punti e anche le energie vanno gestite“.

Su cosa significa allenare la Juventus ed essere un grande allenatore paragonato ad Ancelotti: “A parte parlare di questo è lungo e difficile. A Carlo c’è da fare i complimenti per quello che ha vinto e ieri è solo un altro grande risultato per lui. Le caratteristiche per allenare la Juventus non posso dirle io e non lo so“. 

Sulla sfida con l’Inter che verrà e deciderà lo scudetto: “I ragazzi lo sanno e abbiamo parlato della partita di domani, sempre perchè l’obbiettivo è la qualificazione in Champions. Bisogna fare un passettino alla volta. Poi penseremo a Lecce. Andare troppo in là crea solo danni, anche perchè all’andata abbiamo preso dei bei schiaffi“. 

Sul nuovo acquisto di quest’anno Weah, Allegri ha elogiato lo statunitense: “Weah sta crescendo e ha ampi margini di miglioramenti, viene anche da un campionato diverso e doveva imparare a migliorare la fase difensiva. Inoltre era stato anche infortunato per un mese e doveva recuperare fisicamente. Per Yildiz e Chiesa in questo momento no, perchè ci sono degli equilibri“. 

Sulle differenze tra Juventus e Inter Allegri spiega: “La Juventus è diventata consapevole, sono cresciuti i calciatori come singoli e come gruppo. Bisogna andare con i piedi di piombo, gli equilibri sono sottili e dobbiamo mantenere questo entusiasmo, ma non deve diventare euforia, perchè ti porta a sbagliare. Questo entusiasmo c’è nella società e mi fa piacere che ci sia anche tra i tifosi. Più avanti andiamo le difficoltà aumentano, quindi dobbiamo rimanere determinati sulla partita di domani“. ha poi continuato: “La differenza è che l’Inter è una squadra costruita per vincere lo scudetto. Noi dobbiamo lavorare senza metterci nella testa un’ossessione. Noi dobbiamo fare il massimo, permettere che i ragazzi crescano. La Juventus con questa squadra ha un futuro importante almeno per i prossimi cinque anni“. 

Sul rapporto con i tifosi: “Non è questione di conquistare i tifosi. Stiamo facendo un buon lavoro, ma è merito dei ragazzi in campo. Tutti sono importanti e stiamo dando il meglio perchè tutti diano il meglio“. 

Sul calciomercato Allegri devia la questione: “Ho parlato di equilibri nel calcio, nelle partite. Bisogna essere vigili su questo. Il calciomercato non l’ho mai commentato e mai lo farò perchè non è di mia competenza. In questo momento la nostra priorità è giocare e fare un buon girone di ritorno“.

Su Kean in possibile partenza e Bernardeschi: “Kean lo vedo tutti i giorni ed è un calciatore della partita. Gli attaccanti vengono valutati per i gol, quindi è normale ci siano dei dubbi dall’esterno. L’altro giorno leggevo di Yildiz che se non avesse segnato non avrebbe fatto una buona partita, ma tecnicamente era stata straordinaria. Per me la prestazione era uguale. Per Bernardeschi, è un giocatore del Toronto. Io posso dare dei consigli se richiesti, ma devono anche avere la testa giusta e possono anche trovare la risposta da soli“. 

Sul campionato della Juve e il confronto con l’Inter: “È una questione di programmazione. La Juventus per due anni era in difficoltà e comunque stiamo lavorando permettendo ai ragazzi di crescere. I 46 punti sono frutto del loro lavoro. Il 26 maggio bisognerà valutare e la posizione che avremo è quella che ci siamo meritati“. Parlando della squadra: “Non mi ha sorpreso nulla di questo gruppo. Mi piace la voglia con cui i ragazzi si mettono in discussione per migliorare. Si riparte da 0, vogliamo fare meglio di quanto abbiamo fatto“.

Sul Sassuolo, Allegri vede pericoli in vista di domani: “Oltre a questo ha giocatori tecnici di gamba come Berardi o Laurientè. Bisogna stare attenti perchè negli ultimi anni ci abbiamo spesso sbattuto e in trasferta tendono anche a fare tanti punti“. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui