Conferenza stampa Lazio-Juventus, Allegri: «Kean titolare»

0

La Juventus vola a Roma per affrontare la Lazio e in conferenza Allegri prova a delineare una rotta per la squadra. Una sfida che è importante per le sorti dei bianconeri, chiamati a vincere dopo tanti stop e tante delusioni.

Lazio-Juventus, Allegri in conferenza: «Da domani bisogna tornare a vincere»

La Juventus domani sera sarà all’Olimpico per affrontare la Lazio in un momento in cui, come sottolinea Allegri in conferenza, c’è necessità di invertire la rotta. I risultati sono mancati, ma dopo questa pausa inizierà un lungo percorso verso la fine del campionato. Di fronte ai bianconeri una Lazio diversa e con un nuovo allenatore, l’ex juventino Tudor, che in passato ha già colpito e fatto male ai bianconeri.

Sui giocatori dopo la pausa nazionali Allegri ha affermato: «La squadra è tornata bene dalla pausa. C’è chi è rimasto e chi è tornato ovviamente dalle nazionali. Qualcuno ha raggiunto l’obbiettivo qualificazione, come Szszcesny, mentre altri avevano solo delle amichevoli. Domani c’è il rush finale che ci porterà fino a maggio e che che sarà decisivo».

Con la nazionale inglese ha fatto delle buone prestazioni Iling Junior, di cui il mister ha parlato così: «Iling ha giocato molto quest’anno. È vero che ci sono stati dei momenti in cui ha giocato meno, ma è sempre stato considerato un giocatore importante per questa squadra. I giovani hanno percorso di crescita e lui fa parte di questo gruppo che sta lavorando per fare il salto di qualità. Sono contento di lui, come anche degli altri ragazzi».

Su Kean: «Kean? Mi aspetto molto da lui, perché può essere decisivo nel finale di stagione. L’obbiettivo che si è posto è quello di fare bene per provare a centrare la convocazione agli europei. Si è rimesso a posto, ma domani farà una buona partita. Parte titolare».

Si è parlato molto in società, che all’esterno ha voluto, per il momento, confermare la fiducia ad Allegri. Il mister non si sbilancia: «Credo che in questo momento dobbiamo focalizzarci sul finale di stagione. Abbiamo buttato via molti punti per strada e ora bisogna essere realisti. Nel girone di ritorno abbiamo fatto pochi punti e dobbiamo conquistare il posto in Champions. C’è la Coppa Italia e martedì dovremo riaffrontare la Lazio. Bisogna pensare a questo. Sono contento, stiamo lavorando e programmando il futuro, ma adesso ci dobbiamo focalizzare sul presente. Sappiamo che sarà difficile, abbiamo molti scontri diretti e buttato via molti punti».

Sulla squadra e il suo periodo negativo il tecnico ha voluto specificare: «Allora. Nel calcio si vive anche di questi momenti, ma bisogna rialzarci facendo dei risultati per arrivare in Champions. I ragazzi devono stare sereni. Alla squadra non devo rimproverare nulla, ma è ovvio che bisogna lavorare di più e trovare entusiasmo. Sono cresciuti i giovani, anche gli anziani singolarmente. La squadra ha sempre lavorato bene. La percezione è che all’andata abbiamo vinto parecchio, mentre nel ritorno non siamo riusciti a mantenere il ritmo». In seguito ha aggiunto: «Il calcio è difficile da spiegare. In questo momento parlare non serve a niente, perché nel calcio contano i risultati. Non li abbiamo fatti e sta a noi invertire la tendenza».

Sulle sue 500 panchine in Serie A ha voluto commentare così: «Sicuramente c’è la voglia e l’amore per questo sport. Ormai sono quarantasette anni che faccio parte di questo mondo. Sono contento del mio percorso, ma nello stesso tempo ho tanta voglia di lavorare e stare sui campi».

Alla domanda ironica sulla pasqua juventina è stato molto diretto: «L’uovo di Pasqua l’ho già mangiato, non so cosa ci sarà dentro l’uovo di Lazio-Juve. Ammetto che sono amante della cioccolata. Detto questo, troveremo una Lazio difficile, Tudor è molto bravo e dovremo fare bene su tutti i punti di vista. Dovrà essere un buon inizio per il rush finale».

Sulla situazione dell’attacco: «Chiesa e Yildiz stanno entrambi bene e sono tornati. Sono importanti e saranno, con il rientro di Vlahovic e Milik, importanti».

Sulla nuova Lazio di Tudor: «Mi aspetto una squadra che avrà stimoli e partirà forte. Cercherà di tornare alla vittoria e noi domani dovremo fare una buona gara dal punto di vista tecnico».

Parlando di quota Champions invece Allegri ha spiegato: «La quota Champions diventa 70 al momento, ma ci sono molti scontri diretti. Noi dobbiamo pensare che 59 non bastano. Vanni fatti, dobbiamo raggiungere gli obbiettivi. Una partita vinta ti fa vedere le cose in maniera diversa. Da questi momenti bisogna saper crescere».

Su Tudor: «Tudor lo conosco. Ha fatto bene a Marsiglia e a Verona. Vedremo una Lazio differente, ma non so se bastano due settimane di lavoro. Il calcio, ripeto, è difficile da spiegare. Affronteremo una squadra che mentalmente sarà aggressiva, perché il cambio allenatore ti dà sempre qualcosa in più. Hanno dei giocatori di grande qualità e servirà attenzione».

Sulla classifica: «Diciamo che l’obbiettivo è arrivare al massimo. Dobbiamo invertire il trend del girone di ritorno. Abbiamo nove partite e bisogna farne il più possibile».

Allegri ha parlato anche delle critiche: «Le parole di Scanavino mi hanno fatto piacere. Le critiche in questi momenti vanno accettate. Nel calcio se vinci sei bravo, non se perdi. I ragazzi nel girone di ritorno hanno avuto difficoltà. Abbiamo la possibilità di rovesciare questo momento. Noi dobbiamo lavorare per far sì che accada. C’è un obbiettivo importante da raggiungere e ci deve essere uno stimolo enorme».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui