Conferenza stampa Milan-Bologna, Pioli: “Leao sta facendo bene”

0

Torna in campo la Serie A con il Milan che ospita il Bologna al Meazza, una sfida di cui Pioli ha parlato in conferenza e che vede come fronte per capire il valore dei rossoneri. Queste le parole del tecnico che ha parlato di molte questioni: la mancanza di gol di Leao e anche dell’ottimo momento di Jovic. 

Milan-Bologna, Pioli in conferenza stampa: “Come Sinner vogliamo essere i numeri uno”

Alla vigilia di Milan-Bologna troviamo uno Stefano Pioli consapevole del valore della sua squadre che non si nascondo in conferenza stampa. C’è da dare continuità ai risultati, c’è da rincorrere la Juventus e l’Inter, ma anche progettare la scalata verso Dublino, dove ci sarà la finale di Europa League. 

Pioli ha iniziato ricordando Sinisa Mihajlovic e Gigi Riva: “Sì, non si può non ricordare Sinisa, che manca a tutto l’ambiente, così come anche Gigi Riva, grande campione e uomo di spessore“. 

Sulla vittoria di Sinner si prova a paragonare il ragazzo prodigio al Milan. Pioli però prova a tenere le cose separate: “Ho visto la partita, perchè ho la fortuna di andare a letto presto e di svegliarmi presto. Non si possono non fare i complimenti, perchè ha battuto il numero 1 con una forza e mentalità incredibile. Tanto talento e tanto lavoro. Mi auguro che in questi anni abbiamo dimostrato di avere la mentalità giusta per salire di livello, in questo gli assomigliamo, solo che lui è al top del mondo, mentre noi ci stiamo lavorando per arrivarci“. 

Altro paragone è quello di Leclerc con Rafa Leao: “Sì, ma non credo che Leclerc o Rafa stiano sopportando male le aspettative o le critiche. Parlo di Rafa, ma non sono competente di Formula Uno. Rafa è un punto di riferimento per questa squadra e se non fa gol, riesce a mandare in gol altri compagni, si porta due avversari dietro, è dentro la partita più di prima, vedo dei miglioramenti. Che poi ci si aspetti tanto e anche troppo da lui, allora sarebbe un’altra cosa“. 

Sulla condizione del Milan attualmente: “Io credo che la squadra stia bene mentalmente, grazie alle vittorie, quindi vogliamo vincere per stare bene, senza pensare al futuro, che deve essere solo la partita di domani. Io la vivo come ieri, ho preparato e motivato i ragazzi, sappiamo che possiamo fare bene in questo girone di ritorno e domani affrontiamo una squadra che ha mostrato un grande calcio, quindi ci siamo preparati per dare il massimo“. 

Sulle critiche a Leao invece Pioli non ci sta: “Questa storia va avanti da troppo tempo e non mi piace. Credo che, se siamo riusciti a fare tanti gol e, se siamo il secondo migliore attacco, lo dobbiamo anche a lui, perchè è un punto di riferimento per noi, è temuto dagli avversari e ciò ci permette di trovare anche altre soluzioni. È quello che fa più assist nel campionato. Io questo giocatore lo amo, è un artista e gli artisti sono geni, poi lui ascolta ed è la cosa più importante“. 

Sull’episodio di razzismo a Udine Pioli spera che questi episodi non accadano più: “L’Udinese si è comportata in maniera ineccepibile e che certi episodi devono essere cancellati in un ambiente dove il 99,9% va allo stadio per vivere lo sport, per sostenere ed esultare, quindi certe situazioni vanno eliminate. La partecipazione di tutti e il club contro ogni episodio di razzismo va portata avanti, ma devono essere prese anche delle decisioni drastiche“. Su Maignan: “L’ho trovato sereno e forte, fiero anche del sostegno dell’ambiente calcistico. Ha lavorato molto bene“. 

Per provare a raggiungere la vittoria Pioli traccia la rotta: “Io credo che dobbiamo continuare su uno stile di gioco che è finalizzato a difendere e controllare la partita. Dobbiamo essere propositivi e non dobbiamo forzare le giocate, che accede nell’ultimo quarto, spesso quando non abbiamo soluzioni. Non saremo solidi senza palla, ma lo possiamo essere con la palla“. 

Sull’esperienza a Bologna si vola nel passato del mister: “È una carriera, perchè ho cominciato nel ’99. Tra l’altro in settimana è venuto a trovarmi un ragazzo che allenavo a Bologna e con cui abbiamo vinto lo scudetto degli allievi 2000-2001. È un’esperienza che mi ha forgiato, mi ha regalato belle emozioni e anche momenti negativi“. 

Sul Bologna di Thiago Motta: “Penso che sono bravi, ma al momento non facciamo parte di quella lotteria lì. Noi dobbiamo pensare partita per partita, migliorare e qualificarci in Champions“.  

Ha invece commentato così l’addio di Klopp al Liverpool: “Difficile da dire, perchè una sensazione che mi piacerebbe provare, magari nove o undici anni da allenatore del Milan. Poi magari anche pensare di cambiare posto. È un lavoro intenso, poi parliamo di nove anni per Klopp, ma penso anche a Guardiola con il City, Ferguson con lo United. Credo che ognuno di noi la vive in base a sensazioni ed emozioni proprie“. 

Sulla stagione in corso Pioli esalta alcuni dati del Milan: “Ci sono due numeri importanti nella nostra stagione che ho sottolineato: segniamo di più nel primo tempo, quindi abbiamo un buon approccio; poi siamo quelli che la partecipazione al gol è di molti giocatori. Ora con i cinque cambi si possono cambiare le partite e ci deve essere un atteggiamento di volontà e disposizione per la squadra. Jovic da quando sta bene fisicamente è cambiato, è sereno, sta bene e sulle sue qualità non ho mai avuto dubbi. Domani partirà dalla panchina, ma sarà disponibile“. 

Sull’arrivo dell’Europa League e come gestire la rosa: “Dobbiamo pensare ed essere convinti di essere competitivi in due competizioni. Vogliamo andare avanti in Europa League e vogliamo provare ad arrivare fino in fondo, ovviamente anche tenendo conto del campionato. La nostra ambizione è di essere competitivi, sappiamo che l’Europa League è molto tosta per gli avversari e impegnativa perchè giochi il giovedì. Ci sono molte squadre italiane che hanno fatto questa competizione e hanno fatto meno bene in campionato, ma noi vogliamo essere un’eccezione“. 

Sulla partita di domani: “C’è l’importanza perchè allunghiamo la striscia di vittorie a 5, cosa che non ci è mai riuscita. Il Bologna è ostico e a messo in difficoltà ogni squadra che ha incontrato“. 

Su Zirzkee: “È un giovane che ho seguito quando era al Bayern e poi al Parma. Ha grandi potenzialità, è completo, fisico e ha grande tecnica. Il Bologna su di lui si appoggia, sa inserirsi e la difesa dovrà stare attenta“. 

Sull’attacco Pioli analizza così la gestione delle punte: “No, che si sposano con Giroud ci sono, perchè Jovic e Giroud possono giocare insieme, così come anche Okafor. Ma se manca Olivier è vero che ne perdiamo, ma Jovic si avvicina a lui per caratteristiche, perchè tiene palla e sa aprire il gioco. Quello che importa è mantenere la pericolosità e dobbiamo farlo anche senza Oli“. 

Sui nuovi arrivati Terracciano e Gabbia: “Terraciano è un ragazzo attento e che lavora tanto. Sta lavorando da terzino, poi nel Verona giocava con un stile difensivo diverso, ma ci stiamo lavorando. Gabbia è tornato in un momento dove la sua serenità l’ha aiutato a inserirsi con leggerezza. L’esperienza in Spagna gli ha portato grande conoscenza del gioco“. 

Sul centrocampo in mano a Reinjders e Adli invece Pioli non sente di aver bisogno di altro: “Niente, perchè a me piacciono le loro caratteristiche. Sono giocatori molto intelligenti, che fanno del possesso palla una loro qualità, ma ci permettono anche di difendere bene“. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui