Conferenza stampa Milan-Lecce, Pioli: «Lecce tosto e difficile»

0

Alla vigilia di Milan-Lecce c’è tanto da parlare in conferenza stampa per Stefano Pioli, che deve mantenere la posizione dietro all’Inter e allontanarsi dalla Juventus. La partita del Meazza sarà sicuramente importante per i punti e affrontare i salentini non è facile, soprattutto dopo il punto strappato alla Roma.

Milan-Lecce, Pioli in conferenza stampa: «La squadra ha ritrovato entusiasmo»

Il Milan di Stefano Pioli torna al Meazza per giocare contro il Lecce in un sabato che si prospetta caldo nella corsa alla Champions League. C’è la consapevolezza, vista in conferenza stampa, da parte di Pioli e della squadra di poter fare bene e in attesa dell’Europa League concentrare una buona dose di energie. Il Lecce ha pareggiato proprio contro la Roma e le difficoltà dunque saranno dietro l’angolo per Stefano Pioli, che ha parlato così in conferenza. 

Pioli ha parlato subito di come la squadra voglia continuare la serie positiva di risultati: «Assolutamente sì. C’è la voglia di continuare così. Arriviamo in buone condizioni e con buona maestria del gioco. Domani abbiamo l’occasione di vincerne cinque fila, ma affrontiamo una squadra che non ha subito ancora gol da quando ha cambiato tecnico». Ha aggiunto: «La squadra ha ritrovato entusiasmo grazie alle prestazione, l’ambiente e i risultati. Siamo stati molto capaci nel giocare, ma chiaramente devi abbinare buoni risultati».

Bisogna tornare indietro nel tempo, quando nel 2019 proprio contro il Lecce il mister esordiva come tecnico rossonero. Pioli ha raccontato: «Sono cambiato perché ci sono state tante esperienza che mi hanno insegnato qualcosa. L’allenatore porta sempre qualcosa da ciò per imparare, che sia di comunicazione o tattica. Penso che in questi anni ho imparato veramente tanto».

Sulla partita di domani Pioli è stato chiaro inerente alla formazione: «La concentrazione è solo sulla partita e i cambi sono dovuti alle condizioni dei giocatori o alle squalifiche. Per giovedì abbiamo tutto il tempo per pensarci. Schiererò la formazione che riterrò migliore».

Sulla condizione di Thiaw: «Mi dispiace che non ci sarà, perché ha un’infiammazione. Non si è allenato molto con noi e non ci sarà, ma attendiamo per giovedì, viste le altre assenze».

Dopo la partita contro la Fiorentina Florenzi aveva affermato che Leao è molto simile a un mix tra Neymar e Mbappè, con cui ha avuto modo di giocare. Pioli frena: «Florenzi punta sempre molto in alto. Parlo tanto con Rafa e sono convinto che arriviamo con un ragazzo che sta bene e sono contento di lui. Deve continuare e ancora crescere».

Su questo marzo positivo aggiunge: «Perché abbiamo lavorato con tanti giocatori diverse. Il fatto di non aver avuto problemi ci ha garantito buona parte dei risultati. Quello fatto fino a oggi è ancora poco. Il finale di stagione determinerà la nostra situazione».

Sulla questione mercato ha divagato: «Questo non sono io a dirlo e non spetta a me. Parlate di futuro, ma io penso al presente. Solo con i risultati possiamo costruire il futuro».

Su Bennacer e Jovic invece ha spiegato: «Bennacer può giocare al posto di Lodftus. Vediamo, perché non è stato bene a causa di un’influenza. Su Jovic continuo a pensare che sia un giocatore forte e credo che possa fare ancora di più».

Sulle differenze tra Premier League e Serie A: «La Premier è intensa e molto tecnica, per questo è il campionato più bello al momento. Onestamente non credo che siamo distanti, malgrado gli investimenti siano diversi».

Sulla possibilità di vedere Leao, Pulisic e Chukwueze insieme dietro una punta infine aggiunge: «Onestamente non ho pensato alla Juve e il Napoli, ma solo alle caratteristiche. È un’opzione in fase di valutazione».

Su Reijnders: «Ha giocato spesso da interno di sinistra, ma è collegato alla posizione di Leao in campo. Lui con Leao e Theo può produrre molti pericoli. Possono collaborare insieme con la palla e senza».

Su Chukwueze: «Sono soddisfatto. Abbiamo anche fatto una sessione video con lui e i dati ci dicono che sta migliorando. Ha delle caratteristiche importanti che possono incidere in attacco».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui