Conferenza stampa Milan-Rennes, Pioli: «Vogliamo arrivare fino in fondo»

0

Dopo il fallimento in Champions League inizia una nuova avventura europea per il Milan di Stefano Pioli, che giovedì esordisce contro il Rennes in Europa League. Un match importante per i rossoneri, di cui ha parlato il tecnico in conferenza stampa. Tanti temi affronati: gli avversari, i risultati positivi e le possibili rivali per la coppa. Assieme a lui uno dei protagonisti dell’ottimo momento del Milan: Matteo Gabbia. Il difensore ha parlato in conferenza stampa trattando in particolare il suo ritorno a Milano. 

Milan-Rennes, Pioli in conferenza stampa: «Atalanta tra le favorite con Liverpool e Bayer»

La sfida di Europa League per il Milan di Pioli, presente in conferenza, rappresenta un nuovo obbiettivo, ma tutto passa attraverso la sfida contro il Rennes. Il tecnico l’ha apertamente dichiarato che questa competizione può essere la svolta del Diavolo e della sua stagione, ma non sarà facile. Il buon momento dei rossoneri sta sicuramente mettendo pressione in campionato a chi sta davanti, ma non è tempo di rilassarsi. 

Sul Rennes questa è la percezione del mister: «Sì, perché le partite europee sono difficili, tutte le squadre sono difficili. Sono una squadra di talento con un allenatore di qualità. È una sfida da affrontare con grande attenzione e cura». Sui possibili giocatori pericolosi della squadra francese Pioli scherza: «L’ho fatto una volta e ci hanno castigato. Conosco il Rennes e le sue qualità, quindi dobbiamo stare attenti». Per Pioli non si possono fare paragoni con il PSG: «Difficile perché con il PSG è stata una partita diversa e lo sarà domani. Sarà da affrontare con forza ed energia». 

Sulla competizione invece: «Una competizione importante, un gradino sotto la Champions. Non c’è solo il Leverkusen, ma anche il Liverpool e molte altre squadre importanti. Il fatto che il Milan non l’abbia mai vinta è una motivazione in più. Dobbiamo essere ambiziosi, ma dobbiamo superare questa settimana. La partita di domani potrebbe essere molto importante». Sul nuovo percorso europeo non ha dubbi il mister: «È importantissimo, perchè vogliamo andare avanti e arrivare in fondo. Credo che l’abbiamo preparata con concentrazione ed entusiasmo. È troppo importante giocarla e ci siamo fatti un’idea, ma solo domani sera potrò fare confronti. La Ligue 1 è diversa dalla Serie A». Non inserisce al momento il Milan tra le favorite: «Io dico che prima di mettere il Milan dobbiamo passare il turno. Secondo me Atalanta, Liverpool e Bayer Leverkusen sono le favorite». 

Torniamo indietro nel tempo all’eliminazione dai gironi di cui Pioli ha raccontato: «Di quella sera a Newcastle rimane la delusione di essere usciti, perchè l’anno prima eravamo arrivati in semifinale. Poi abbiamo avuto lo stimolo di concentrarci su questa competizione. Veniamo da quattro anni dove ci sono molti debuttanti e adesso abbiamo fatto il percorso. Sappiamo che dobbiamo essere al top e questo vogliamo dimostare domani sera». 

Ieri sera Brahim Diaz è stato protagonista della vittoria del Real Madrid e Pioli parla del rapporto con lo spagonolo: «Brahim l’ho sentito ed è molto legato al Milan. Sta facendo bene e ha fatto un gol incredibile. Mi fa piacere vedere come stia giocando al Real». 

Sulla gestione dell’attacco: «Okafor sicuramente sta facendo bene come tutti. Ora torna anche Chuku, ma non ci sarà. Diventa difficile scegliere e facile perchè posso permettermi di sbagliare. Solamente in queste partite diventa difficile pensare che molti faranno tutti i novanta minuti». 

Secondo Pioli nella conferenza di vigilia di Milan-Rennes, questa squadra può tenere alta la concentrazione sul campionato: «Non è tanto la mia stessa valutazione. Dobbiamo tenere l’attenzione per entrambe le competizioni. Non so dove arriveremo, ma so dove possiamo arrivare a livello di punteggio. Sarà stimolante schiererò la miglior formazione per domani. Stessa cosa a Monza valutando la condizione dei ragazzi». 

Gabbia: «Rennes squadra molto dinamica e veloce»

Matteo Gabbia ha affiancato il mister nella conferenza e ha parlato del suo ritorno a Milano: «Onestamente non mi sto soffermando su ciò che mi circonda, come social o televisione. Sono concentrato come professionista, sono contento delle vittorie e del ritmo che stiamo avendo». Sulla difesa del Milan:«L’ho ritrovata con delle basi simili, ma rispetto alla formazione che gioca possono cambiare delle situazioni. Mi sono trovato in linea con quello fatto con il mister». 

Sul Rennes, affrontato già con il Villareal, afferma: «Penso che sono sicuramente una squadra valida con giocatori dinamici e veloci, ma penso che l’abbiamo preparata bene e domani sera daremo il massimo per portare a casa la vittoria». 

Sulla sua titolarità e chi potrebbe affiancarlo non si lascia andare e lascia le questioni di formazione al suo tecnico. Infatti afferma: «Questo lo deciderà il mister domani. Penso che la costanza nel lavoro sia fondamentale per avere miglioramenti». Ha poi continuato: «Da quando sono tornato non ci ho pensato, sono scelte del mister». 

Sull’esperienza al Villareal: «È stata la prima volta lontano da casa e un approccio con un calcio diverso. Dovevo imparare cose nuove, che mi hanno dato fiducia. Sono state una serie di cose che mi hanno aiutato in Spagna». Tra i compagni c’era Albiol, di cui il difensore racconta: «Sicuramente con Raul c’è stato un bel rapporto, anzi sapeva bene l’italiano. Ho un bel rapporto con lui e mi ha aiutato in questo processo di miglioramento». E aggiunge: «Io onestamente non mi sento di essere migliorato, anzi sulla costruzione so che posso migliorare in alcune cose, ma con il tempo si affrontano più partite. È una cosa che ho affrontato perché è una caratteristica del gioco spagnolo».

Sulla coppia con Simic si esprime: «No, sicuramente bello, ma in quel momento c’è un aiuto da parte di tutti. Carlo è nuovo e sicuramente è un compito diviso da tutti. C’erano anche Theo e Florenzi che hanno grande esperienza». Una coppia di difesa giovane che in futuro potrebbe risultare importante per la squadra. Il diciottenne come Gabbia è una delle sorprese del settore giovanile rossonero. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui