Supercoppa, conferenza stampa Napoli-Fiorentina, Mazzarri: «Zieliński da valutare»

0

Alle 20:00 (ora italiana) di domani, l’Al-Awwal Park” di Riad, in Arabia Saudita, ospiterà la prima semifinale della Supercoppa italiana 2023. Ad affrontarsi saranno il Napoli di Walter Mazzarri (che oggi ha parlato in conferenza stampa) e la Fiorentina di Vincenzo Italiano: la diretta della gara sarà trasmessa in chiaro in TV su Italia 1 e in streaming su Mediaset Infinity. Di seguito le parole del tecnico degli azzurri ai microfoni dei giornalisti.

Napoli-Fiorentina, Mazzarri in conferenza stampa: «Il mercato non incide sulle nostre prestazioni»

L’allenatore toscano ha esordito in conferenza parlando del momento del Napoli e dell’avversario di domani, la Fiorentina: «Il mercato non incide sulle nostre prestazioni: penso solo a domani e, se andrà bene, a quella dopo. Sono abituato così da sempre: cerco anche di inculcare questa mentalità ai ragazzi. Prima della Salernitana venivamo da un momento in cui giocavamo bene, ma non siamo riusciti a raccogliere quanto meritato e quindi avevamo un po’ perso la fiducia. Credo che questa vittoria ci abbia fatto bene.

Se ho visto l’ultimo Napoli-Fiorentina finito 1-3 in campionato? Non entro nel merito di una gara giocata da un collega. È vero che fu una brutta partita, perché dopo aver vinto lo Scudetto ogni partita persa è sanguinosa. L’ho rivista in questi giorni ed è chiaro che sto cercando di capire cosa fare di diverso: stasera cercherò di lavorare anche in allenamento pensando a quella partita. Di sicuro ho visto una grande Fiorentina che fece una grande gara e cercherò di fare qualcosa di diverso».

«Cajuste dovrebbe farcela»

Walter Mazzarri ha poi parlato di alcuni singoli, rifiutandosi di rivelare in anticipo le proprie scelte tattiche: «Della situazione di Cajuste, al contrario di quanto temevo quando è uscito dal campo, sono rimasto contento: oggi dovrebbe provare e dovrebbe farcela. Zieliński mi sembra stia meglio e lo valuteremo stasera. Demme, invece, mi sembra abbia avuto uno stiramento al gemello, non penso gravissimo: ieri non si è allenato e difficilmente sarà a disposizione. La formazione la vedrete domani, sinceramente. Simeone è candidato, può giocare. Quello che ho pensato riguardo a formazione e modulo è bene lo tenga per me. Abbiamo avuto due allenamenti e l’ultimo è oggi: lasciatemi il tempo di valutare. È vero che abbiamo provato qualcosa di diverso settimane fa, ma ci vuole un po’ di tempo: credo rimarremo più o meno così».

Conferenza stampa Napoli-Fiorentina, Mazzarri: «La Supercoppa persa nel 2012? Non mi piace parlare del passato»

Ad un giornalista che gli ha fatto ricordare la Supercoppa italiana 2012, persa contro la Juventus (2-2; 4-2 d.t.s.) nel corso della sua prima esperienza partenopea, Mazzarri ha risposto: «Ora che me lo fate ricordare, ci vorrebbe una vittoria… Non mi piace parlare del passato, ma fu una finale particolare… mettiamola così. Guardiamo avanti: questa è una storia diversa, è un Napoli diverso da quel tempo. La società ha fatto passi da gigante ed è riuscita a vincere uno Scudetto. Sono cose diverse, pensiamo a domani: noi veniamo da un momento altalenante e dobbiamo fare una partita che dia convinzione ai ragazzi, che riporti la serenità che avevano pochi mesi fa».

Infine, il tecnico di San Vincenzo ha preferito evitare commenti sul nuovo format della Supercoppa, spendendo invece alcune parole riguardo ai progressi del calcio saudita: «Cosa penso del nuovo format per la Supercoppa italiana? È una bella domanda, ma non sta a me rispondere. Quando allenavo il Napoli la prima volta giocavano chi vinceva il campionato e chi vinceva la Coppa Italia. Questa nuova formula l’ha decisa qualcun altro ed è bene che lo chiediate a loro il perché: non posso entrare nel merito. Il progresso del calcio saudita? È inutile nascondersi dietro un dito, è chiaro che ci sia una crisi europea dove ci sono meno potenzialità economiche. Qui ci sono più potenzialità economiche e i giocatori importanti possono essere attratti da questa cosa: poi anche il campionato diventerà sempre più competitivo, questo è sotto gli occhi di tutti. È chiaro che ciò porta via campioni alle squadre europee, che hanno fatto la storia del calcio».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui