Conferenza stampa Torino-Juventus, Nicola: “Gli spalti vuoti sono un colpo al cuore”

0

Domani alle 18, allo stadio Olimpico Grande Torino, andrà in scena il derby della Mole tra i granata padroni di casa e la Juventus. Alla vigilia della gara, come di consueto, entrambi i tecnici hanno voluto presentare l’incontro. Ecco dunque le parole dette in conferenza stampa da Davide Nicola alla vigilia di Torino-Juventus.

Conferenza stampa Torino-Juventus, le parole di Nicola

In apertura di conferenza Davide Nicola ha parlato subito del modo in cui il suo Torino si presenta al derby con la Juventus, ma soprattutto di come anche lui sta vivendo questo suo primo derby: “È una partita piacevole da giocare: rappresenta la città, è una gara sentita diversamente. L’abbiamo vissuta bene, abbiamo lavorato bene e c’è curiosità, è la mia prima volta. Abito vicino a Torino, chi ha questi colori come passione basta un cenno e si capisce che è qualcosa di bello da vivere. Per chi tifa per l’altra parte, c’è un distacco superiore rispetto ad altri momenti. Non vi dico cosa dirò ai miei ragazzi perché non abbiamo ancora parlato, faremo ancora qualcosa domani. Cercheremo di dare il massimo, mi interessa questo. E serve la voglia e il piacere di confrontarsi.”

Qualche parola poi anche sui giocatori tornati dalle rispettive nazionali: “Sono tornati con gratitudine, è normale sia così. Ma non li abbiamo potuti vivere in queste due settimane. Li valuteremo, vedremo chi è al top e chi ha qualche problemino”

Gli spalti vuoti sono un colpo al cuore, Nkoulou sarà convocato ma…

Sarà un altro derby senza tifosi, vista l’emergenza sanitaria in corso, e la mancanza dei supporters si sente eccome secondo il tecnico granata: “Gli spalti vuoti sono un colpo al cuore. Immaginiamo il rumore che portano i tifosi e che ti smuove dentro. Il calcio di adesso non ha quella valenza, sappiamo che è una mancanza importante. Siamo nell’era dei social, i tifosi possono starci vicino mandandoci messaggi. Metteremo in campo idee, organizzazione e una straordinaria volontà di credere che ogni partita è importante per raggiungere il nostro obiettivo.”

Nicola si è poi soffermato sul recuperato Nkoulou, sebbene ancora non schierabile: “Voglio convocarlo, anche se non potrà giocare: è stato a lungo con il Covid, gli serve un percorso di ri-allenamento e valutazione della forma fisica, oltre a tutti gli esami post-Covid. Per me è un giocatore importante, la mia idea è portarlo per fargli assaggiare il clima e l’adrenalina.”

Infine, la presentazione dell’avversario: “Ho rispetto per gli avversari, è un valore fondamentale. E loro nel corso degli anni hanno dimostrato grandi qualità. Se sono primi, terzi o quarti si sono consolidati nel tempo: tu scendi sempre in campo per vincere, i punti determinano le qualità che esprimi ma in una singola partita può succedere di tutto.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui