Conte al Napoli, firma imminente: gli ultimi accordi e la location

0

Il Napoli si prepara a voltare pagina dopo una stagione deludente e lo fa puntando su Antonio Conte come firma per la nuova panchina. La lunga trattativa tra il presidente del club, Aurelio De Laurentiis, e il tecnico italiano sta per giungere al termine, con entrambe le parti ormai vicine a un accordo definitivo. La notizia del possibile arrivo del leccese sulla panchina degli azzurri è emersa qualche settimana fa, grazie a un’indiscrezione di Alfredo Pedullà. Ora, con l’accordo quasi completato, sembra mancare solo l’ufficialità. Conte, a meno di sorprese dell’ultimo minuto, sarà il nuovo allenatore del Napoli.

Dal contratto alla presentazione: cosa manca per la firma di Conte al Napoli

Il contratto che legherà Conte ai partenopei dovrebbe avere una durata triennale, con un ingaggio di 6,5 milioni di euro annui come base. A cui si aggiungeranno 2,5 milioni di bonus legati agli obiettivi, quali il ritorno in Champions League e la vittoria dello scudetto. Questo porterebbe il compenso totale a 9 milioni di euro a stagione. Rendendo il mister classe  uno degli allenatori più pagati della Serie A e il più remunerato nella storia del Napoli. Il tecnico ex Juventus e Inter porterà con sé il suo staff. Con Lele Oriali a capo delle trattative con la dirigenza.

Negli ultimi giorni, il nuovo direttore sportivo degli azzurri, Giovanni Manna, insieme ad Aurelio De Laurentiis e agli avvocati di Conte, ha lavorato per risolvere i dettagli finali dell’accordo. In particolare quelli legati ai diritti d’immagine del tecnico. Come riportato da Matteo Moretto, questi vincoli sono stati superati, rimanendo solo alcune questioni burocratiche da risolvere. Con queste ultime formalità, l’ex bianconero sarà pronto a prendere le redini del Napoli, tornando così ad allenare in Serie A dopo le redditizie esperienze.

L’annuncio dell’ingaggio di Conte prima della definitiva firma con il Napoli potrebbe arrivare nei prossimi giorni. Secondo il quotidiano Il Mattino, la presentazione del nuovo allenatore avverrà in una location di prestigio. Ossia il Teatro San Carlo di Napoli. Questo scenario sottolinea l’importanza dell’evento per la società. Pronta a ripartire con un tecnico di alto profilo per riscattarsi dopo un’annata difficile. Antonio Conte è noto per la sua capacità di plasmare squadre vincenti e la sua esperienza potrebbe essere fondamentale per riportare il club ai vertici del calcio italiano ed europeo. I tifosi del Napoli attendono con impazienza l’ufficialità e l’inizio della nuova avventura sotto la guida di un allenatore che ha già dimostrato il suo valore in Italia e all’estero.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui